Caivano, si teme per l’incolumità di Don Maurizio Patriciello: “Non abbiamo bisogno di eroi morti, va aiutato”

Caivano, si teme per l’incolumità di Don Maurizio Patriciello: “Non abbiamo bisogno di eroi morti, va aiutato”

L’appello ai cittadini per tenere al sicuro il parroco è partito dopo l’omelia che ha tenuto per il trigesimo di Antonio Natale: ha rivolto parole dure contro gli assassini e ha fatto ascoltare messaggi di amore


CAIVANO – Si è tenuto ieri il trigesimo di Antonio Natale, il giovane ucciso al Parco Verde di Caivano. A tenere l’omelia è stato Don Maurizio Patriciello che ha rivolto parole dure contro i malavitosi che gli hanno strappato la vita, scomunicandoli e cercando di sensibilizzare la platea. In particolare ha fatto ascoltare un messaggio audio di Aurora, bambina di Giugliano e paziente oncologica, che si rivolge ad un altro ragazzino, Luigi, facendogli coraggio.

L’intenzione era quella di sottolineare la voglia di vivere dei due ragazzini, nonostante le malattie e le difficoltà che sono costretti ad affrontare, mentre gli assassini e tutte le persone che hanno contribuito (e continuano a contribuire) a questo male non sanno cosa significhi lottare per la propria vita, sottovalutandone il valore e uccidendo senza scrupoli.

Le parole di Don Maurizio non sono certo passate inosservate, sono dure, rivolte a destinatari ben precisi, il che potrebbe rappresentare un rischio per la sua incolumità. Non sono pochi i cittadini che si sono preoccupati per lui nelle diverse occasioni in cui ha deciso di prendere posizioni ben precise e ‘scomode’ per qualcuno, questa volta in particolare l’appello è partito dalla giornalista Marilena Natale che su facebook ha scritto un post, invitando tutti i cittadini a contribuire per cercare di tenere al sicuro Don Maurizio Patriciello, e ha pubblicato il video dell’omelia del sacerdote.

Queste le parole del post:

“Voglio che ascoltate e condividete, perché don Maurizio è in pericolo. Al parco verde di Caivano, lo vedono come la rovina, il suo gridare è d’intralcio alle loro attività criminali e questo è pericoloso. Non abbiamo bisogno di eroi morti. Don Maurizio Patriciello va aiutato. Non bastano perquisizioni sporadiche. Lo stato deve piantonare il parco verde H24 e cacciare i camorristi venditori di morte. Ieri è stata celebrata la messa di Trigesimo del giovane Antonio Natale, ucciso barbaramente. Don Maurizio grida e scomunica gli assassini e alla platea fa ascoltare le parole d’amore verso Dio,di Luigi e Aurora due ragazzini malati di cancro. Ascoltate con attenzione! Meditate, condividete tutti Non lasciamo solo don Maurizio,lui ha bisogno di noi, la gente perbene del Parco Verde hanno bisogno di noi!”

GUARDA IL VIDEO