Campania, minaccia di uccidere la moglie e poi sè stesso: arrestato

Campania, minaccia di uccidere la moglie e poi sè stesso: arrestato

Sul posto sono intervenuti Polizia e Carabinieri, che hanno impedito il peggio, ed i sanitari del 118


afragola

CERVINARA (AV) – Dramma famigliare in Campania dove un uomo ha cercato di uccidere la moglie e poi di togliersi la vita. E’ accaduto al parco degli Ulivi di Cervinara, in provincia di Avellino. Solo il più che tempestivo intervento delle forze dell’ordine. con precisione gli agenti del locale commissariato di polizia e dei carabinieri della stazione di San Martino Valle Caudina, ha evitato che si potesse commettere un femminicidio ed un suicidio.

Protagonisti di questa vicenda – come riporta edizionecaserta.it – una coppia, marito e moglie. I due hanno iniziato a litigare la notte scorsa. Non sarebbe la prima volta che succede e, quindi. i vicini sono, per così dire, abituati. A quanto pare l’uomo è solito eccedere con le bevande alcoliche.

La lite, però, è continuata anche ieri mattina. Ma le cose si sono messe male in quanto l’uomo ha cominciato a colpire la moglie con calci e pugni. Non solo, ha impedito che i vicini potessero dirimere questa sorta di pestaggio, minacciando di lanciare la moglie dal balcone.

Così, le persone che vivono nello stesso condominio di Parco degli Ulivi hanno dato l’allarme. Sul posto, velocemente, si sono portati gli agenti del locale commissariato ed in supporto anche i carabinieri della stazione di San Martino Valle Caudina.

Poliziotti e carabinieri hanno deciso di non perdere tempo ed intervenire subito. Temevano che l’uomo potesse mettere in pratica le minacce di ammazzare la moglie. Così hanno fatto irruzione nell’appartamento

Ma con sangue freddo e tanta professionalità, le forze dell’ ordine hanno bloccato l’uomo, impedendo che si potesse compiere una tragedia. Sul posto sono intervenuti anche i sanitari del 118 che hanno medicato la donna. La quale, però, ha rifiutato il ricovero.

Il marito, intanto. si trova al commissariato e la sua posizione è al vaglio dell’autorità inquirente. Il fatto certo è che il tempestivo intervento di polizia e carabinieri ha impedito una tragedia.