Campania, uova contaminate dai batteri della salmonella: ritirati 10 lotti dal mercato

Campania, uova contaminate dai batteri della salmonella: ritirati 10 lotti dal mercato

Si tratta di confezioni da 30 e da 6. Diverse le malattie che possono essere provocate da queste particelle


ARIENZO (CE) – È scattato in tutta Italia il richiamo alimentare da parte del Ministero della Salute di uova contaminate da salmonella enteritidis. Le uova richiamate sono fresche cat. A a marchio Allevamento Falco srl – Gino, confezionati nello stabilimento di via Fontana Vecchia 15 -81021 Arienzo (CE), quasi al confine con il Sannio. I lotti di produzione richiamati, venduti in confezioni da 30 e da 6 uova, sono i seguenti:

21/11/2021
23/11/2021
24/11/2021
28/11/2021
29/11/2021
1/12/2021
5/12/2021
7/12/2021
8/12/2021
10/12/2021

Il motivo del richiamo è indicato dal Ministero in “Rischio grave per la salute dei consumatori per pericolo di salmonella enteritidis“, ovvero salmonella enterica. Chi avesse acquistato delle uova dei suddetti lotti, deve quindi riconsegnarli al punto vendita.

Cos’è la Salmonella

La Salmonella è un batterio che può provocare nell’uomo una malattia detta salmonellosi.

Le malattie infettive causate dalla salmonella sono:

Febbri enteriche: la febbre tifoide e paratifoide, manifestazioni a carattere sistemico
Salmonellosi: sono le forme più comuni di malattia da salmonelle e si manifestano come infezioni localizzate a carico dell’intestino (tossinfezioni alimentari) e sono causate dalle salmonelle minori
Setticemia: infezione associata al sierotipo Salmonella cholaeresuis e il cui rischio di insorgenza è più alto nei pazienti in età geriatrica, pediatrica e negli immunocompromessi.
I sintomi della malattia possono comparire tra le 6 e le 72 ore dall’ingestione di alimenti contaminati.