Carabiniere tenta di sventare una rapina ma viene accoltellato: è grave, fermato 16enne

Carabiniere tenta di sventare una rapina ma viene accoltellato: è grave, fermato 16enne

Sono stabili, intanto, le condizioni del militare accoltellato di 53 anni


TORINO – Si è costituito nella tarda serata di ieri uno dei due rapinatori fuggiti dopo aver accoltellato il brigadiere Maurizio Sabbatino che, fuori servizio, ha tentato di sventare una rapina in una farmacia di Torino. Si tratta di un italiano di 16 anni che, forse a causa della pressione investigativa dei carabinieri su tutta la provincia, ha deciso di presentarsi al commissariato di polizia Madonna di Campagna. Sottoposto nella notte a fermo, i carabinieri proseguono le ricerche del complice. Sono stabili ma gravi, intanto, le condizioni del militare accoltellato, 53 anni, ricoverato in ospedale dopo essere stato ferito da tre fendenti. L’uomo lotta tra la vita e la morte

Il post su Facebook della nostra collega Marilena Natale:

“Maurizio Sabbatino, Brigadiere Capo dei Carabinieri, lotta tra la vita e la morte dopo essere stato ferito gravemente durante una rapina a Torino. Ieri sera, libero dal servizio, era in coda di fronte al bancone di una farmacia quando due malviventi sono entrati con il volto travisato. Ha cercato di bloccarli ma lo hanno colpito a coltellate con tre fendenti. Adesso è stato intubato e trasportato all’ospedale Giovanni Bosco dove si fa di tutto per salvargli la vita.
Maurizio, in servizio alla Compagnia di Torino Dora è stato un esempio di lealtà e fedeltà alle istituzioni, l’ennesima prova dell’amore dell’Arma e dei suoi uomini nei confronti del nostro paese. Siamo vicini a Maurizio e alla sua famiglia, e grati all’Arma dei Carabinieri per quello che fa ogni giorno con generosità e sacrificio, a costo della vita, per la nostra sicurezza”.

CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO (FONTE: MARILENA NATALE)