Certificati di falsa negatività al Covid per fare un corso di formazione, agente arrestata

Certificati di falsa negatività al Covid per fare un corso di formazione, agente arrestata

I fatti sono emersi nell’ambito delle indagini su episodi di corruzione nella pubblica amministrazione per la quale oggi sono stati eseguiti altri arresti


PORTICI – Un’agente della polizia penitenziaria di Portici, per frequentare la scuola di formazione della polizia penitenziaria di Portici, ha presentato quattro falsi certificati che attestavano la sua negatività al Covid: la donna, Giovanna Nazzaro, di 29 anni, è ora ai domiciliari assieme a quelli che secondo l’accusa sono i suoi complici: l’ex agente Maurizio Russo, di 51, già coinvolto in inchieste su episodi di corruzione per far superare concorsi nella pubblica amministrazione, e Alessio Iannillo, di 32, amministratore di una società di servizi per la sicurezza ed igiene sul lavoro. L’ordinanza cautelare è del gip Federica Colucci, come riporta il Corriere del Mezzogiorno.

I fatti sono emersi nell’ambito delle indagini su episodi di corruzione nella pubblica amministrazione per la quale oggi sono stati eseguiti altri arresti. In particolare è emerso che in quattro occasioni, tra il gennaio e il giugno di quest’anno, l’agente ha presentato alla scuola di formazione i falsi attestati negativi di un laboratorio di analisi dell’Avellinese.

LEGGI ANCHE

Concorsi truccati e mazzette per entrare nelle forze armate e in polizia, 14 arresti a Napoli