Città al setaccio, controlli dei carabinieri nel “Palazzo dei Tittoni”: arresti e sequestri

Città al setaccio, controlli dei carabinieri nel “Palazzo dei Tittoni”: arresti e sequestri

I controlli si prolungheranno anche nei prossimi giorni


TORRE ANNUNZIATA – Controlli dei Carabinieri nella città oplontina dove sono stati predisposti posti di controllo ed eseguite decine di perquisizioni. Nel mirino dei militari della locale compagnia il “Palazzo dei Tittoni”, un complesso popolare in Corso Vittorio Emanuele. Rimosse strutture abusive e cancelli in metallo installati sui pianerottoli, così come diverse telecamere di sorveglianza puntate sulle aree condominiali, probabilmente per vigilare sull’arrivo delle ffoo.
Sequestrati 2 giubbotti anti-protiettile, 1 proiettile 7,62 mm e un bilancino di precisione: tutti nascosti in un muro perimetrale del complesso. Arrestato Aniello Montuori, in esecuzione di un provvedimento emesso dal Tribunale di Napoli: dovrà scontare 6 mesi di detenzione domiciliare per in inosservanza alle prescrizioni imposte con la sorveglianza speciale di P.S. Un incensurato 46enne è stato denunciato per furto aggravato perché trovato in possesso di articoli casalinghi poco prima rubati in un negozio.
Controlli estesi anche ad alcune attività commerciali. Il titolare di un ristorante è stato sanzionato per violazioni in materia di tracciabilità alimentare e per mancanza di procedure di autocontrollo HACCP. Per l’imprenditore 3500 euro di multa.
Uno stabilimento di lavorazione di alimenti nel comune di Pompei è stato chiuso per carenze igienico sanitarie e strutturali. 250 chili di alimenti, vegetali e animali, sono stati sequestrati. Le sanzioni raggiungono i 4mila euro.
Per un grossista di alimentari multa salatissima per l’omessa adozione di misure di primo soccorso e per la presenza di un sistema abusivo di videosorveglianza che riprendeva i lavoratori.
Tra le aziende controllate anche una impegnata nel confezionamento di ortaggi. Emesse prescrizioni relative alla documentazione di impiego dei dipendenti controllati.
I controlli si prolungheranno anche nei prossimi giorni.