Covid in Italia: 12.877 nuovi casi, ci sono altri 90 morti

Covid in Italia: 12.877 nuovi casi, ci sono altri 90 morti

I dati sono forniti, come ogni giorno, dal Ministero della Salute


NAZIONALE –  Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 12.877 nuovi casi di coronavirus e 90 morti, secondo i dati del ministero della Salute. Sono stati effettuati 596.898 tamponi: la positività scende al 2,2% (-0,3%). Aumentano sia le terapie intensive (+18) che i ricoveri in area medica (+78).

Sono 178.946 gli attualmente positivi al Covid, 6.328 in più nelle ultime 24 ore. Dall’inizio della pandemia i casi totali sono 4.982.022, i morti 133.627. I dimessi e i guariti sono invece 4.682.318, con un incremento di 6.451 rispetto a ieri.

La regione con il maggior numero di casi (2.113) è il Veneto, seguito da Lombardia (1.926), Emilia Romagna (1.273), Lazio (1.204) e Campania (1.154). Il numero totale dei casi da inizio pandemia sale a 4.994.891. Gli attualmente positivi salgono a 178.946 (+6.328), di cui in isolamento domiciliare 173.496. I dimessi/guariti sono 4.682.318 (+6.451).

VALLE D’AOSTA
Con 45 nuovi casi positivi a fronte di 10 guarigioni, il numero di positivi attuali in Valle d’Aosta arriva a 599. I pazienti in terapia intensiva rispetto a ieri scendono da 2 a 1, mentre i ricoverati nei reparti Covid sono 15, uno in più di ieri. E’ quanto si legge nel bollettino della Regione Valle d’Aosta. Sono 479 le vittime dall’inizio della pandemia nella regione alpina.

ALTO ADIGE

Altri 3 decessi per Covid in Alto Adige, dove nelle ultime 24 ore i laboratori dell’Azienda sanitaria hanno effettuato 2.264 tamponi molecolari pcr e registrato 395 nuovi casi positivi. I pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 85, mentre altri 64 sono ricoverati nelle strutture private convenzionate e 3 sono in isolamento a Colle Isarco. In rianimazione ci sono inoltre 10 ricoverati. Mentre sono 10.292 le persone in quarantena o isolamento domiciliare. Nelle scuole altoatesine di ogni ordine e grado ci sono poi 665 studenti positivi e 69 insegnanti. Le classi messe in quarantena perché sono stati confermati due o più casi positivi (dove vengono eseguiti i test nasali) o un caso positivo confermato (dove non vengono eseguiti i test nasali) sono 168.

PIEMONTE
Dopo il lieve calo di ieri, torna a crescere il numero dei ricoverati Covid in Piemonte: in terapia intensiva +4, totale a 33, negli altri reparti + 6, dato complessivo 335. L’Unità di Crisi della Regione comunica anche 859 nuovi casi positivi, con un tasso dell’1,4% rispetto ai 63.333 tamponi diagnostici processati, di cui 55.776 antigenici. Dei casi positivi il 57,6% sono asintomatici. Due i decessi,  con totale da inizio pandemia a 11.881, +421 i guariti, le persone in isolamento domiciliare sono 9.163. I tamponi diagnostici finora processati sono 9.730.405 (+63.333 rispetto a ieri), di cui 2.492.018 risultati negativi.

VENETO

Il Veneto supera ancora quota duemila contagi in un giorno, con 2.113 casi nelle ultime 24 ore, che portano il totale a 511.449; vi sono altre 6 vittime, che portano i decessi a 11.941. Lo riporta il bollettino regionale. L’incidenza dei casi su 106.724 tamponi (24.019 molecolari e 81.705 test rapidi) è dell’1,97%. Gli attuali positivi sono 27.612, 1.358 in più nelle 24 ore. Prosegue la pressione ospedaliera, con 488 ricoveri in area non critica (+26) e 90 (+1) in terapia intensiva.

LOMBARDIA

Nelle ultime 24 in Lombardia si sono registrati 1.926 casi di covid e 14 morti. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione arrivano a 34.344. I tamponi processati sono 126.508, per un indice di positività dell’1,5%. I pazienti covid in terapia intensiva salgono a 90 (+9), mentre i ricoverati a 774 (+7). Gli attuali positivi raggiungono quota 27.744 (+1.117), mentre i guariti/dimessi 864.889 (+795). Nelle province lombarde si contano: a Milano 567 casi, a Brescia 287, a Varese 293, a Monza e Brianza 169,  a Como 100, a Bergamo 133, a Pavia 73, a Mantova 50, a Cremona 81, a Lecco 40, a Lodi 36 e a Sondrio 35.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati complessivamente 728 nuovi contagi: 665 su 8.395
tamponi molecolari con una percentuale di positività del 7,92% e altri 63 casi su 16.456 test rapidi antigenici realizzati (0,38%). Nella giornata odierna si registrano 6 decessi: un uomo di 100 anni di Ronchi dei Legionari deceduto in una residenza per anziani, un uomo di 88 anni di Savogna d’Isonzo deceduto in ospedale, un uomo di 87 anni di Trieste deceduto nel proprio domicilio, un uomo di 84 anni di Capriva del Friuli deceduto in ospedale, una donna di 84 anni di Trieste deceduta in ospedale e, infine, un uomo di 82 anni di Gorizia deceduto in ospedale. Le persone ricoverate in terapia intensiva scendono a 26, mentre i pazienti in altri reparti risultano essere 260. Lo comunica il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.961, con la seguente suddivisione territoriale: 904 a Trieste, 2.041 a Udine, 700 a Pordenone e 316 a Gorizia. I totalmente guariti sono 118.780, i clinicamente guariti 163, mentre le persone in isolamento risultano essere 6.679.
Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 129.869 persone (il totale dei casi è stato ridotto di due unità a seguito della revisione di altrettanti test rapidi).

LIGURIA

Crescono ancora i positivi al covid in Liguria che ora sono 5492, 163 più di ieri, ma calano gli ospedalizzati che sono 156, 5 meno di ieri, con il particolare però che aumentano i malati in terapia intensiva che sono 20 (ieri erano 19): 17 non sono vaccinati e tre sono vaccinati ma hanno anche altre patologie. Non ci sono stati decessi. Il numero è fermo a 4458. I guariti sono 197. I nuovi positivi sono 360, emersi da 15750 tamponi (4449 i molecolari, 11301 i test rapidi. I nuovi casi di infezione sono stati accertati 95 nell’Imperiese, 84 nell’area di genova,, 66 nel Savonese, 62 nel Tigullio, 52 nello Spezzino, mentre uno non è residente in regione. In isolamento domiciliare ci sono 3819 persone, 175 più di ieri, mentre i soggetti in sorveglianza attiva sono 3548, erano 3301. Nelle ultime 24 ore sono stati fatti 9334 vaccini. C’è stata una impennata di prime dosi: sono state 1362. Le terze sono state 7135.

EMILIA-ROMAGNA

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 452.288 casi di positività, 1.273 in più rispetto a ieri, su un totale di 34.904 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 3,6%. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 40,6 anni. Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 18.095 tamponi molecolari, per un totale di 6.562.313. A questi si aggiungono anche tamponi rapidi 16.809. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 435 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 420.029. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 18.492 (+821). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 17.840 (+803), il 97,8% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano diciassette decessi: quattro in provincia di Ferrara (tre uomini, rispettivamente di 66, 80 e 85 anni, e una donna di 91), tre in provincia di Parma (tre donne di 95, 96 e 99 anni), tre in provincia di Ravenna (una donna di 79 e un uomo di 83, e una donna di 70 anni residente a Cervia ma deceduta a Cesena) e tre in quella di Forlì-Cesena (tre uomini, rispettivamente di 58, 83 e 90 anni); due decessi in provincia di Bologna (un uomo e una donna, entrambi di 88 anni e entrambi dell’imolese), uno nella provincia di Reggio Emilia (una donna di 92 anni) e uno nella provincia di Modena (una donna di 92 anni). In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.767. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 58 (-1 rispetto a ieri), 594 quelli negli altri reparti Covid (+19).

TOSCANA

La Regione Toscana registra altri 10 morti per Covid nelle 24 ore. Le ultime vittime (età media 85,3 anni) sono delle aree di Firenze (cinque), Prato e Pisa (due),  Lucca (uno). Il totale dei morti per Covid raggiunge 7.398 dall’inizio dell’epidemia (Lucca e la provincia raggiungono oggi 700 vittime). Rilevati, sempre nelle 24 ore, 477 nuovi casi (età media 40 anni) che portano il totale in Toscana a 300.052 positivi dall’inizio della pandemia (+0,2% sul totale del giorno precedente). I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 283.970; sono stati 183 nelle 24 ore per il tampone negativo. Gli attualmente positivi sono oggi 8.684
(+3,4% su ieri). Tra loro i ricoverati sono 294 (-3 persone il saldo giornaliero su ieri, pari al -1%) di cui 48 in terapia intensiva (-1 persona il saldo, pari al -2%). Ci sono altre 8.390 persone positive in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (+287 su ieri pari al +3,5%). Inoltre ci sono 18.951 persone in quarantena domiciliare (+740 su ieri, +4,1%) anch’esse isolate, in sorveglianza attiva delle Asl perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

UMBRIA

Nuova crescita dei positivi al covid-19 in Umbria e dei ricoveri lievi. Questo il quadro della situazione sanitaria in Umbria in base ai dati giornalieri resi noti dalla regione. Nelle ultime ventiquattro ore sono stati rilevati 101 nuovi positivi, su un totale di quasi 10.600 test analizzati. Il tasso di positività si attesta allo 0,95%. A fronte di 79 guariti, il numero degli attualmente positivi cresce di 21 unità, raggiungendo quota 1673. Stesso andamento per le ospedalizzazioni, che aumentano in maniera lieve, seppur costante, da alcuni giorni. Negli ospedali covid risultano ricoverati 60 pazienti, due in più rispetto a ieri, di cui sette, dato invariato, in terapia intensiva. Da registrare un nuovo decesso, che porta a 1483 il numero delle vittime da inizio pandemia.

LAZIO

Oggi nel Lazio su 16.626 tamponi molecolari e 31.103 tamponi antigenici per un totale di 47.729 tamponi, si registrano 1.204 nuovi casi positivi (-362), sono 6 i decessi (-2), 715 i ricoverati (+9), 89 le terapie intensive (-2) e +786 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi e’ al 2,5%. I casi a Roma citta’ sono a quota 545. Lo rende noto l’assessore alla Sanita’ Alessio D’Amato, che aggiunge come ieri sono stati oltre 34 mila vaccini somministrati, con un incremento del 63% rispetto alla settimana precedente. Le dosi booster sono l’88% del totale delle somministrazioni.

MARCHE

Nelle ultime 24 ore nelle Marche i ricoveri per Covid-19 hanno superato quota 100: ora sono 103 (+6 rispetto a ieri). Invariato il numero di degenti in Terapia intensiva (23) mentre aumentano in Semintensiva (28; +5) e nei reparti non intensivi (52; +1); nove i dimessi. Lo fa sapere il Servizio Sanità della Regione. In un giorno sono due i decessi correlati alla pandemia – una 85enne di Senigallia (Ancona) e un 86enne di Fano (Pesaro Urbino) – e il totale regionale di vittime sale a 3.148. Sono 427 nuovi positivi in 24ore, l’incidenza sale da 162,3 a 171,90. Gli ospiti di strutture territoriali sono 90 e sei le persone in osservazione nei pronto soccorso. Il totale dei positivi cresce fino a 4.869 (+191) e le quarantene per contatto con positivi a 9.580 (+171) mentre i guariti/dimessi sono 114.867 (+234).

ABRUZZO

Oggi in Abruzzo sono 70 i guariti dal covid 19 e 219 i nuovi casi di positività al coronavirus di età compresa tra 1 e 91 anni. Resta fermo a 2.586 il bilancio dei deceduti a causa del virus. Dall’inizio della pandemia sono 80.565 i guariti. Attualmente in regione sono 4.174 i positivi al virus (149 in più da ieri). Nelle aree mediche covid degli ospedali abruzzesi i posti letto occupati sono 98 , 7 in più da ieri. Nelle terapie intensive sono ricoverate 9 persone, 2 in più rispetto a ieri. Restano in isolamento domiciliare 4.067 persone, 140 in più da ieri sotto sorveglianza attiva da parte delle Asl. I nuovi positivi residenti in provincia dell’Aquila sono 15, in provincia di Chieti sono 91, nel pescarese sono 48, nel teramano 62 da ieri e per 3 persone sono in corso accertamenti.

CAMPANIA

Sono 1.154 i nuovi positivi al Covid registrati in Campania su 29.695 tamponi processati. A comunicarlo è l’unità di crisi regionale. Si registrano anche 3 decessi, avvenuti in precedenza ma registrati ieri. Risultano 25 posti letto di terapia intensiva occupati sui 656 disponibili e 298 di degenza su 3.160.

BASILICATA

Trentaquattro degli 853 tamponi molecolari esaminati ieri in Basilicata sono risultati positivi al covid-19: lo ha reso noto la task force regionale, aggiungendo che si sono registrate altre 18 guarigioni di persone residenti in regione.
Sempre ieri sono state effettuate 4.372 vaccinazioni: i lucani che hanno ricevuto la prima dose sono 436.864 (79 per cento), mentre quelli che hanno avuto anche la seconda sono 403.534 (72,9 per cento). Hanno ricevuto la terza dose 42.311 persone (7,6 per cento).

PUGLIA

Oggi in Puglia si registrano 299 nuovi casi di Coronavirus (1,47% dei 20.305 test giornalieri) e 2 decessi. Delle 3.953 persone attualmente positive 136 sono ricoverate in area non critica e 22 in terapia intensiva

CALABRIA
Sono 279 in più, rispetto a ieri, le persone risultate positive al coronavirus in Calabria su 4.800 tamponi eseguiti. In Calabria finora sono stati effettuati 1.417.981 tamponi, le persone risultate positive al coronavirus sono 92.269 (ieri erano 91.990). Lo rende noto la Regione nel bollettino quotidiano dei dati relativi al Covid: rispetto a ieri sale il rapporto tra tamponi fatti e tamponi positivi (dal 5,80% al 5,81%). Dall’inizio dell’emergenza i decessi sono 1.492 (+1 rispetto a ieri), i guariti sono 86.647 (+134 rispetto a ieri), attualmente i ricoveri sono 131, di cui 115 in area medica (+2 rispetto a ieri) e 16 in terapia intensiva (+3 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi sono 4.130 (+144).

SARDEGNA

In Sardegna si registrano oggi 125 ulteriori casi confermati di positività al Covid, sulla base di 1948 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 7153. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 13 (stesso numero di ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 61 (stesso numero di ieri). 2513 sono i casi di isolamento domiciliare (46 in più rispetto a ieri). Si registrano 3 decessi: un uomo di 92 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari; 1 uomo di 83, residente nella provincia di Sassari; una donna di 76 anni, residente nella provincia del Sud Sardegna.

FONTE: REPUBBLICA.IT