Crispano, bonifica e rilancio dell’area PIP: Emiliano rivela tutti gli interventi in corso

Crispano, bonifica e rilancio dell’area PIP: Emiliano rivela tutti gli interventi in corso

Oltre alla pulizia di quella che era diventata una discarica a cielo aperto, recintata la zona e installati varchi d’ingresso. Pronto il bando per gli ultimi lotti


CRISPANO – “Tutti negli anni hanno promesso la bonifica e il rilancio dell’area Pip ma ciò che abbiamo ereditato era sotto gli occhi di tutti. Cumuli di rifiuti abbandonati e degrado in ogni luogo. Una discarica a cielo aperto dove i pochissimi coraggiosi imprenditori che hanno delocalizzato in quei terreni la produzione, si sono ritrovati ad aver investito capitali per realizzare delle cattedrali nel deserto”. A dichiararlo è Michele Emiliano sindaco di Crispano, che continua:

“Innanzitutto abbiamo proceduto alla bonifica dell’area. Abbiamo iniziato dei lavori di messa in sicurezza per dotare di varchi d’ingresso la zona industriale e provvederemo a recintare l’intera area restituendo sicurezza e dignità a quello che deve trasformarsi nel fiore all’occhiello della nostra città.

Per farlo, abbiamo il dovere, come amministrazione, di intervenire anche sulle regole e sui vincoli burocratici che fino ad oggi hanno impedito a molti imprenditori di investire e poi procederemo all’assegnazione degli ultimi lotti rimasti attraverso un bando che sarà pubblicato entro la fine dell’anno.

In questo modo, snellendo le procedure burocratiche, gli imprenditori assegnatari potranno investire capitali freschi a Crispano per delocalizzare nell’are Pip importanti realtà produttive, favorendo pure uno slancio alle opportunità occupazionali.

In secondo luogo, come detto, affideremo anche gli altri lotti rimasti e con i varchi all’ingresso e la messa in sicurezza di tutta l’area, Crispano potrà finalmente disporre di un’area industriale degna di questo nome.

La prima parte della consiliatura è stata impiegata per la programmazione; da qui in avanti entreremo nella fase della realizzazione. Questo vale non solo per i Pip ma in particolare per i Lavori pubblici. Ed anche quando l’occhio avrà avuto la sua parte, ci renderemo conto dell’efficienza di un ciclo di buon governo caratterizzato dal ripristino della legalità, dal ripristino del primato dell’interesse collettivo su quello privato e dall’affermazione della logica dei fatti rispetto alle chiacchiere. E siamo ancora all’inizio”, conclude il sindaco.