Deposito di casalinghi in fiamme ad Arzano, la sindaca: “Si consiglia di tenere finestre chiuse”

Deposito di casalinghi in fiamme ad Arzano, la sindaca: “Si consiglia di tenere finestre chiuse”

“Evitare spostamenti non necessari e di non intralciare le strade ai mezzi di soccorso”, ha fatto sapere la prima cittadina


ARZANO – In seguito alle fiamme che questa mattina hanno avvolto un deposito di casalinghi gestito da cinesi, la sindaca Cinzia Aruta ha lanciato un avviso ai suoi cittadini.

“Si consiglia di tenere finestre chiuse, evitare spostamenti non necessari e di non intralciare le strade ai mezzi di soccorso”, ha scritto in un post su facebook postando anche la foto di un comunicato.

“La sindaca comunica che sono in corso le operazioni di spegnimento dell’incendio che ha interessato un deposito ed una rivendita all’ingrosso e dettaglio in via Torricelli ad Arzano. Al momento i focolai sono due, le forze dell’ordine e i vigili del fuoco, accorsi tempestivamente sul luogo, si stanno coordinando per la messa in sicurezza del sito interessato. L’ente è in continuo contatto con gli organi su indicati per monitorare la situazione e tenere informata la cittadinanza su eventuali provvedimenti da a dottare per la tutela pubblica. Si consiglia, in ogni caso, a scopo precauzionale  di tenere finestre chiuse, evitare spostamenti non necessari e di non intralciare le strade ai mezzi di soccorso”, questo quanto scritto nel comunicato

L’INCENDIO

Il deposito Fab, di articoli casalinghi e di bomboniere, già dalle prime ore del mattino è stato avvolto dalle fiamme , secondo le prime notizie sembrava un mobilificio ma nello specifico si tratta di un deposito di articoli da casalinghi cinese che, visto l’avvicinarsi delle festività natalizie, era pieno di articoli natalizi. Tutto è andato completamente in fiamme, l’edificio, in via Torricelli,  in me che si dica è andato a fuoco. Sul posto i vigili del fuoco che stanno provando a domare le fiamme. Intanto, però, un’altissima nube nera si è sviluppata in tutta la zona rendendo l’aria irrespirabile. Sul posto anche le forze dell’ordine che, una volta messa in sicurezza l’area, dovranno stabilire le cause del rogo.