È il Giugliano dei record, battuta anche l’Afragolese: nona vittoria consecutiva

È il Giugliano dei record, battuta anche l’Afragolese: nona vittoria consecutiva

Ancora una vittoria per i giallo-blu


GIUGLIANO – Afragolese-Giugliano: 0-1. Inizia la gara: al 4’ Giugliano in vantaggio. Cross di Oyewale per la testa di De Rosa, para Romano Salvatore, sulla ribattuta il tiro di Rizzo è imparabile per il portiere di casa: è 0-1. Al 15’ azione corale degli ospiti, sempre Oyewale per Cerone, il sinistro dell’attaccante viene deviato in angolo dal numero uno di casa. Al 20’ De Rosa a giro dalla distanza, palla di poco fuori. Al 34’ ci prova l’Afragolese con Celiento, tiro alto. Due episodi contestati da rigore per il Giugliano. Al 41’ punizione dalla distanza di Cerone, vola e devia in angolo Romano Salvatore. Al 45’ rigore per la squadra ospite. Dal dischetto si presenta Cerone che spiazza il portiere, ma la palla di stampa sul palo. Termina il primo tempo con il risultato di 1-0 per il Giugliano.

Inizia la ripresa: al 3’ tiro di Celiento palla alta. Un minuto più tardi, punizione di Liccardo, che non centra il bersaglio grosso. L’Afragolese spinge, il Giugliano si difende. Al 15’ occasionissima per gli ospiti, con De Rosa a tu per tu con Romano Salvatore, tiro ribattuto dalla difesa di casa. Al 17’ è Scaringella a farsi ipnotizzare dal portiere di casa. Al 26’ ci prova Rizzo da oltre il centrocampo non trovando per poco la porta. Al 36’ Gladestony entra in area e cerca Kyeremateng, il numero 99 per poco non trova la palle e la conseguente rete.

Afragolese: Romano Salvatore, Galletta (32’st Cordato), Liccardo, Di Girolamo, Esposito (16’st Tarascio), Longo, Caso Naturale, Celiento (27’st De Marzo), De Rosa Emmanuele (16’st Romeo), Micillo (37’st Suraci), Nocerino. A disposizione m: Mariano, Cassandro, Romano Davide, Senese. Allenatore: Franco Fabiano.

Giugliano: Baietti, Oyewale, Ceparano, Poziello Ciro, De Rosa, Cerone (34’st Mazzei), Rizzo, Gladestony, Caiazzo, Biasiol, Scaringella (23’st Kyeremateng). A disposizione: Iandoli, Boccia, Fornito, Mekki, Vivolo, Poziello Raffaele, Flores. Allenatore: Giovanni Ferraro.

Marcatori: 4’pt Rizzo (G);

Ammoniti: 37’pt Oyewale (G); 45’pt Liccardo (A); 13’st Di Girolamo (A); 21’st Liccardo (A);

Espulsi: 21’st Liccardo (A);

Recupero: 0’pt;

LE PAROLE DEL MISTER DOPO LA VITTORIA

Ferraro: “Alleno un grande gruppo. Dedico il successo ai nostri tifosi e alla città di Giugliano”

Al termine del successo per 1-0 sul campo dell’Afragolese, sono arrivate le parole del nostro mister Giovanni Ferraro. Di seguito le sue dichiarazioni:

“Sicuramente oggi è stato un successo importate, una partita tra due grandi squadre, giocata ritmo alto, noi però siamo stati più forti di tutto e l’abbiamo portata a casa. La dedico ai tifosi e a tutta la città di Giugliano. Complimenti all’avversario, allenato ottimamente, siamo stati all’altezza della situazione e di questa sfida. Serve umiltà e rispetto per tutti. Questo è un grande gruppo. L’entusiasmo è positivo se poi queste sono le prestazioni dei ragazzi. Dispiace perché abbiamo sbagliato tante reti, e partite del genere si rischia poi di pareggiarle o perderle. Se pensiamo che il campionato possa essere finito qui, vorrebbe dire non capire che cosa ci stiamo giocando. Oggi siamo stati perfetti, tutti si aspettavano un passo falso da parte nostra, invece c’è stata un grande prova di maturità da. E’ stato un bel derby, c’è stata anche una gran cornice di pubblico, siamo felici. Adesso godiamoci questa vittoria, da martedì penseremo alla prossima partita, che come le altre varrà tre punti.

In seguito si è presentato in conferenza stampa l’autore del gol Nicolas Rizzo. Di seguito le sue dichiarazioni:

“Sono felice della rete, ma non è importante il singolo. Ciò che conta è che la squadra ha fatto un grande lavoro, questa era una partita importante per noi. C’è stato tanto calore, è stato davvero un bello spettacolo. Credo che avremmo potuto chiuderla prima, era una gara molto sentita, ma noi siamo stati bravi. Portiamo a Giugliano una grande vittoria. E’ ancora presto per pensare al futuro, dobbiamo pensare a noi partita dopo partita, la strada è lunga, bisogna lavorare in silenzio”.

foto di: Vittorio Poziello