Giugliano, raccolta rifiuti. Il centrodestra: “Valuteremo di chiedere risoluzione contratto con la ditta”

Giugliano, raccolta rifiuti. Il centrodestra: “Valuteremo di chiedere risoluzione contratto con la ditta”

Le dichiarazioni a seguito dell’annuncio di Pirozzi sui kit personali che consentiranno di individuare coloro che non differenziano correttamente


GIUGLIANO – A seguito dell’annuncio da parte del sindaco di Giugliano, Nicola Pirozzi, riguardo il nuovo servizio di smaltimento rifiuti di consegna dei kit di contenitori per la differenziata, Paolo Liccardo, Pietro Giuseppe Maisto, Giovanni Pirozzi, Pasquale Ascione e Luigi Guarino, facenti parte dello schieramento di centrodestra, hanno voluto dire la propria riguardo tale iniziativa, affermando una volontà di risoluzione del contratto con la ditta aggiudicataria.

Il comunicato stampa

“Apprendiamo dai social del Sindaco che a breve partirà in Città un nuovo servizio che prevede la consegna di un nuovo kit di contenitori per la differenziata. I contenitori saranno dotati di transponder che consentiranno tracciatura e caratterizzazione dei conferimenti, tale sistema riteniamo sia troppo invasivo della libertà dei cittadini che vengono schedati anche in merito ai rifiuti prodotti e assolutamente non proporzionato e non congruo rispetto all’obiettivo che si pone, visto che la raccolta differenziata a Giugliano già si attesta su percentuali buone ed in tema di rifiuti ha ben altri problemi da affrontare con rigore.

Il nuovo servizio aveva visto come quartiere pilota quello della G.b. Futura creando tantissimi malumori e disagi tra i residenti, tali da bloccare la partenza della sperimentazione nel quartiere pilota. Ciononostante si è proseguiti dritti, in un clima di totale distacco dai bisogni e dal sentire comune della città. Non riteniamo corretto, senza neanche una preventiva discussione, scaricare sui cittadini, già fortemente vessati, la carenza di igiene pubblica.

Nel ribadire che l’attenzione andrebbe messa sull’esecuzione del servizio, la cui carenza ed inefficienza è sotto gli occhi di tutti, rappresentiamo anche il timore che un siffatto atteggiamento inquisitorio nei confronti dei cittadini possa portare l’effetto (collaterale) contrario di una diminuzione delle percentuali di differenziata ed un parallelo aumento dei casi di abbandono di rifiuti. Il nascente servizio, figlio di un appalto ereditato, ben poteva essere rimodulato, senza maggiori costi per la ditta, nell’ottica di un potenziamento del contrasto all’abbandono dei rifiuti, del ritiro degli ingombranti e nello spazzamento e lavaggio delle strade, servizi attualmente molto carenti nonostante il costo elevatissimo sostenuto dai contribuenti.
Il paventato risparmio della tariffa sarebbe un risultato ben facilmente raggiungibile attraverso una razionalizzazione della spesa del servizio.

Coerentemente con quanto sempre affermato questo gruppo consiliare sarà sempre dalla parte della Cittadini appoggiando o criticando, provvedimento per provvedimento, quanto messo in campo dall’amministrazione.
Va in tal senso un plauso all’operato del consigliere Pezzella del M5S che nella sua ultima diretta social, riconoscendo la bontà e veridicità di quanto questo gruppo afferma da mesi, ha mostrato tutta una serie di segnalazioni di disservizi presentate al Dec ed ha evidenziato come nei giorni successivi agli incontri ufficiali la ditta provvedesse alla pulizia di aree invase da rifiuti abbandonati, ma come ben sottolinea lo stesso Consigliere per tale servizio di pulizia la ditta è pagata 365 giorni l’anno. Pertanto sarà premura di questo gruppo chiedere nel prossimo consiglio comunale se ci siano i presupposti per la risoluzione del contratto con la ditta aggiudicataria”.