Giugliano, raid milionario nel caveau della banca: arrestata la basista. E’ l’addetta alle pulizie

Giugliano, raid milionario nel caveau della banca: arrestata la basista. E’ l’addetta alle pulizie

La donna aveva effettuato dei sopralluoghi per individuare i punti di ingresso nella filiale


GIUGLIANO – Un colpo milionario, reso possibile anche grazie all’opera certosina di una basista. Lei, Filomena D’onofrio, 53enne di Giugliano residente a Campagnola in provincia di Reggio Emilia, è stata arrestata. Il raid risale alla primavera di 4 anni fa: una banda di malviventi, dopo aver scavato cunicoli mirati sotto una filiale di Banca Intesa di via Venezia a Parma, era riuscita a fare irruzione portando via 3 milioni di euro dal caveau. La stessa banda stava poi per assaltare poco dopo la Banca Popolare dell’Emilia Romagna ma venne scoperta e i malviventi arrestati. Nel caso del primo colpo la 53enne, che lavora in una ditta di pulizie, filmando l’interno della filiale con la scusa di aprire un conto corrente. Per il secondo raid, solo preparato ma, come detto, sventato dai carabinieri, aveva individuato il tombino da cui far partire il tunnel per arrivare in banca. La donna è stata arrestata e, grazie alla collaborazione con gli inquirenti, ha ottenuto uno sconto di pena ed è stata condannata a tre anni di reclusione e 600 euro di multa