Giugliano, uso di mezzi da caccia vietati; 3 bracconieri fermati dopo rocambolesco inseguimento

Giugliano, uso di mezzi da caccia vietati; 3 bracconieri fermati dopo rocambolesco inseguimento

Scoperto abbandono di rifiuti speciali nell’area del centro commerciale


GIUGLIANO – 2 fucili,  2 richiami acustici elettromagnetici vietati, circa 200 cartucce sequestrate, denunciati tre bracconieri per  reati venatori e reati sull’uso delle armi da sparo. Contestati  6 verbali di sanzioni amministrative per un importo di  oltre 3500 euro. Continua l’azione antibracconaggio dei poliziotti della Città Metropolitana di Napoli, coordinati dal Comandante Lucia Rea, unitamente alle guardie venatorie volontarie della Lipu, (Lega Italiana Protezione Ucelli) che hanno anche scoperto un abbandono di rifiuti speciali (frigoriferi, sanitari, plastiche, ecc. ) proprio nell’area del centro commerciale di Giugliano.

Attirati dai richiami acustici elettromagnetici a tordi i poliziotti hanno individuato i tre bracconieri, uno dei quali alla vista degli agenti si è dato a precipitosa fuga nelle campagne, ma è stato fermato dopo un inseguimento dalla polizia metropolitana. I tre sono stati denunciati per esercizio venatorio con uso di richiami acustici vietati; uno di questi  è stato denunciato anche per porto abusivo di arma da fuoco perché senza licenza di caccia, mentre il cacciatore che gli aveva fornito il proprio fucile è stato denunciato per incauto affidamento di arma da fuoco.