Giuseppe e Tullio uccisi perché scambiati per ladri, la città chiede giustizia

Giuseppe e Tullio uccisi perché scambiati per ladri, la città chiede giustizia

Lo striscione è stato affisso dagli ultras della squadra di calcio


PORTICI – Uno striscione con su scritto ‘Giustizia e solidarietà per due figli di questa città’, firmato ‘ultras Portici’ è stato affisso in via IV Novembre a Portici ( Napoli) in ricordo di Tullio Pagliaro e Giuseppe Fusella, i due giovani uccisi la notte del 29 ottobre in via Marsiglia a Ercolano.

La vicenda

Secondo una prima ricostruzione i due giovani erano in una autovettura intorno all’una di notte quando sono stati raggiunti da diversi colpi d’arma da fuoco. Si erano recati ad un campo di calcetto che si trova poco lontano dal luogo della tragedia. Poi sulla strada del ritorno si sarebbero fermati a scambiare due chiacchiere in auto.

Chi ha aperto il fuoco e’ Vincenzo Palumbo 53 anni un autotrasportatore. Vive in una villetta in via Marsiglia con moglie e una figlia. A quanto si apprende l’ uomo ha esploso colpi con un’arma legalmente detenuta. Palumbo ha subito un furto di una autovettura a settembre di quest’anno.