Jovanotti torna a far sognare il litorale Domitio, oggi la presentazione del “Jova Beach Party 2022”

Jovanotti torna a far sognare il litorale Domitio, oggi la presentazione del “Jova Beach Party 2022”

Questa mattina al Comune di Castel Volturno la conferenza stampa ufficiale. Il direttore artistico: “Concerto di rinascita”


CASTEL VOLTURNO – Lorenzo Jovanotti Cherubini, si sa, è uno degli artisti italiani più apprezzati in tutto il panorama nazionale ed internazionale, ed anche quest’anno, dopo il grande successo ottenuto nel 2019, tornerà a far ballare le spiagge con la sua musica. Ebbene proprio durante la mattinata di oggi, 19 novembre, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’evento “Jova Beach Party” al Comune di Castel Volturno.

Castel Volturno: un evento musicale per ripartire

“Si tratta di un evento che dà un segno di rinascita ed ecosostenibilità, perchè Jovanotti da sempre si occupa e preoccupa dell’ambiente, quindi specialmente nell’area dove c’è il nostro stabilimento, il Fava Beach, dobbiamo prestare attenzione al nostro territorio, ma in realtà già dal 2019, con il primo tour, c’era stata una riqualificazione di quest’aria. Jovanotti ha lasciato una vera e propria speranza agli imprenditori balneari e a tutto il popolo di Castel Volturno. Io vedo quest’area come una donna stuprata, non per colpa dei cittadini, ma questo può essere un nuovo inizio”; sono state queste le parole del direttore artistico Lello Fiorrillo, a riprova del grande impegno sociale investito in un evento che si propone di essere più di un semplice concerto.

CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO DELLA CONFERENZA DI QUESTA MATTINA

Le parole del sindaco di Castel Volturno

La nostra spiaggia è una linea di frontiera – spiega Luigi Petrella, sindaco di Castel Volturno – tra i problemi che attanagliano il territorio e il percorso di crescita che stiamo affrontando. La conferma del Jova Beach Party, dopo il successo del 2019, è un punto di partenza per rilanciare l’immagine di Castel Volturno e lo sviluppo imprenditoriale. Abbiamo spazi immensi da condividere con turisti e imprenditori, ma soprattutto preziose risorse naturali da utilizzare e non da sfruttare. Innamoriamoci del nostro territorio”.