La variante Omicron preoccupa l’Europa, Speranza: “Situazione seria, valutiamo prossime mosse”

La variante Omicron preoccupa l’Europa, Speranza: “Situazione seria, valutiamo prossime mosse”

“La comunità scientifica è al lavoro, aspettiamo analisi approfondite”


NAZIONALE – La variante Omicron del covid spaventa tutto il mondo. L’Oms ha affermato che “non è ancora chiaro se sia più contagiosa” e se “causi una malattia più grave rispetto alle infezioni con altre varianti, inclusa Delta”, ma nel pieno della quarta ondata del coronavirus si preferisce agire in fretta. Contro la variante Omicron “adesso è una corsa contro il tempo”, ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen aggiungendo: “Gli scienziati hanno bisogno di due o tre settimane per avere un quadro completo sulla qualità delle mutazioni di questa variante”, ha affermato, sottolineando la necessità di “guadagnare tempo” e rinnovando l’invito ai cittadini a vaccinarsi, a proteggersi e a mantenere il distanziamento.

“La situazione è seria, c’è un nuovo rischio”, ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza. “E’ troppo presto per dare sentenze definitive su questa variante – ha quindi sottolineato – Presenta elementi di problematicità ma non abbiamo elementi per trarre conseguenze definitive”. La variante “è stata scoperta l’11 novembre, sarebbe singolare avere tutte le risposte. Siamo in una fase epidemica ancora molto significativa, lo eravamo già prima che venisse questa variante. Abbiamo fatto molto bene, con tutti i 27 paesi europei, a disporre misure forti come il blocco di voli e il divieto d’ingresso per chi proviene dal Sudafrica e dai paesi limitrofi. Siamo tutti più reattivi perché non si tratta di un fatto totalmente nuovo. L’informazione a noi è arrivata nelle ultime ore, ci ha portato subito a questi provvedimenti”, ha affermato ancora il ministro concludendo: “La comunità scientifica è al lavoro, aspettiamo analisi approfondite. Oggi è giusto essere preoccupati, è giusto prendere misure precauzionali. Sarebbe sbagliato arrivare a conseguenze che oggi non hanno evidenzia scientifica”.

I sintomi

Le persone in Sudafrica che hanno contratto il ceppo Omicron del coronavirus hanno manifestato sintomi “insoliti ma lievi”, riferisce l’associazione medica del Paese, la South African Medical Association (Sama). In un’intervista alla Bbc la presidente dell’Associazione, Angelique Coetzee, spiegando che la ricerca sulla variante è ancora in una fase iniziale, ha detto che “i pazienti si lamentano principalmente di un corpo dolorante e stanchezza, estrema stanchezza, e lo vediamo nelle giovani generazioni, non nelle persone anziane”.

Variante Omicron e vaccino

Il vaccino ha funzionato in maniera egregia e i sintomi sono lievi. Il 55enne della Campania positivo alla variante Omicron – il ‘paziente zero in Italia – fa il punto sulle proprie condizioni al Giornale Radio Rai. L’uomo, manager dell’Eni, fa sapere che i sintomi sono blandi. Il discorso vale anche per la famiglia, che comprende persone tra 8 e 81 anni di età: l’infezione, dice, si è manifestata in modo lieve. Il dirigente è in isolamento nella sua casa di Caserta ed è monitorato costantemente dai medici e dall’autorità sanitaria.