Maxi blitz nella “Terra dei fuochi”: sequestrate tre aziende per smaltimento illecito di rifiuti

Maxi blitz nella “Terra dei fuochi”: sequestrate tre aziende per smaltimento illecito di rifiuti

Denunciate 3 persone; sanzioni per oltre 20mila euro


SECONDIGLIANO / ARZANO – Maxi blitz in “Terra dei Fuochi” tra Secondigliano ed Arzano, impiego di elicotteri e 60 uomini tra Polizia di Stato, Polizie locali ed Esercito Italiano. Sequestrate 3 aziende, denunciate 3 persone e sanzioni per oltre 20mila euro.

Blitz in alcune fabbriche tra Arzano e Secondigliano da parte degli uomini della Polizia di Stato di Secondigliano e delle Polizia Locali di Arzano e Napoli, sezione Secondigliano, con l’impiego di oltre 60 uomini guidati dal Vice Questore Raffaele Esposito, dal Colonnello Biagio Chiariello comandante della Polizia Locale di Arzano e referente dell’incaricato del Governo in “Terra dei Fuochi” , Vice Prefetto Filippo Romano, e dal Tenente Colonnello Vincenzo Tarallo.

In ausilio i militari dell’Esercito Italiano del IX Reggimento di Caserta facenti parte della “cabina di regia” dell’incaricato del Governo in “terra dei fuochi”, Vice Prefetto Filippo Romano. Diverse le aziende finite nel mirino e che arrecavano danni ai territori. Le vie di accesso chiuse con posti di blocco delle pattuglie delle polizie locali, del reparto mobile della polizia di stato, dell’esercito italiano, mentre dall’alto l’impiego degli elicotteri del reparto volo della Polizia di Stato.
In ausilio il personale dell’Enel e della ditta ABC che gestisce il servizio idrico per individuare eventuali furti di energie ed acqua.

In totale 11 equipaggi impiegati con un totale di 60 uomini. I risultati hanno portato al controllo di 5 aziende commerciali, di cui 3 sequestrate per smaltimento illecito rifiuti, tra cui vernici e solventi immessi nelle fogne, oltre alle strutture risultate abusive.
Sono 36 le persone identificate, di cui 3 denunciate e 13 sanzionate per mancanza di green pass e violazione alle norme del codice della strada, 30 veicoli controllati, 2000 mq di aree sequestrate e sanzioni comminate pari a 20 mila euro.
Soddisfazioni per l’operazione espresse dall’Incaricato in “terra dei fuochi” e dal Questore di Napoli per l’ottima sinergia messa in campo dai Comandi intervenuti.