Mondo crypto: come comprare criptovalute ed evitare le truffe

Mondo crypto: come comprare criptovalute ed evitare le truffe

Attenzione al phishing, attività illecita con cui si mira a rubare i dati personali e il denaro degli utenti


Nel giro di poco più di dieci anni, le criptovalute hanno completamente cambiato le regole del trading online: stiamo infatti parlando di uno strumento finanziario che è riuscito a generare guadagni da record, creando una vera e propria fortuna nei portafogli dei primi investitori che ci hanno creduto. Detto questo, oggi il panorama è decisamente diverso rispetto al 2009, ovvero l’anno in cui Bitcoin fece il suo primo ingresso nei mercati. In questo momento storico stiamo infatti assistendo a un vero e proprio boom di crypto: da una parte, nomi storici quali il sopracitato BTC, Ripple ed Ethereum stanno via via consolidando la propria posizione.

Dall’altra, ogni giorno nascono nuove valute digitali da tenere sottocchio: si pensi in tal senso ai cosiddetti meme tokens, che sfruttano le community online e, diventando virali, riescono ad aumentare la propria quotazione in modo importante. Gli investitori si trovano dunque di fronte a una quantità virtualmente illimitata di opportunità, ma, al tempo stesso, devono prestare attenzione massima alle realtà su cui decidono di puntare. Da questo punto di vista, per individuare le strategie migliori per investire in crypto token, può essere utile consultare il tutorial su come comprare criptovalute spiegato da Mercati24, pensato per aiutare gli utenti a muoversi con consapevolezza all’interno del mercato criptovalutario.

Attenzione alle truffe crypto

 

Proprio perché le criptovalute sono uno degli strumenti finanziari del momento, è necessario imparare a tutelarsi da possibili truffe. Da questo punto di vista, uno dei casi più eclatanti finiti sulle prime pagine dei giornali è quello relativo a una fantomatica valuta digitale di nome SQUID, ispirata a Squid Game: una popolarissima serie di Netflix che ha intrattenuto oltre cento milioni di persone in tutto il mondo. Ebbene, purtroppo è venuto fuori che la crypto in questione non aveva niente a che vedere né con Netflix né con il team che ha realizzato Squid Game, ma non solo: i creatori di questo meme token sono letteralmente spariti da un momento all’altro, realizzando una truffa nota nel mondo delle criptovalute col nome di “rug pull”.

Il termine “rug pull” significa letteralmente “togliere la terra sotto i piedi” e corrisponde a un ritiro improvviso di una valuta digitale dal mercato: un ritiro che, nel caso di SQUID, ha fatto sparire da un momento all’altro circa 3 milioni di dollari di guadagni. Una crescita esponenziale (parliamo di un aumento di valore di circa il 230mila per cento!), ancor più clamorosa se consideriamo che la crypto SQUID ha avuto poco meno di una settimana di vita: è stata creata in data 26 ottobre ed è scomparsa nella notte tra il 31 ottobre e l’1 novembre.

Come tutelarsi

 

Per fortuna difendersi da situazioni sgradevoli come quella di cui sopra è possibile e, in certi casi, è sufficiente ricorrere al buon senso. Da questo punto di vista la prima cosa da fare è diffidare di tutte quelle realtà che garantiscono guadagni senza fatica e a tempo di record: promesse troppo belle per essere vere, che, spesso e volentieri, sono uno specchietto per le allodole.

L’obiettivo dei portali che ricorrono a questo genere di comunicazione infatti è quasi sempre la raccolta di dati personali dell’utente: un’attività illecita, nota col nome di phishing, che, in certi casi, può portare a veri e propri furti di denaro. Un altro modo per essere certi di investire in totale sicurezza consiste nel rivolgersi soltanto a partner dotati di tutte le licenze del caso. Le licenze attestano infatti che il broker o la piattaforma in questione sta rispettando a pieno tutte le regole vigenti in un determinato territorio. Ad esempio la licenza CONSOB ha validità nazionale in Italia, mentre la licenza CySEC ha validità all’interno di tutta l’Unione Europea.