Napoli, bimbo rischia di morire: salvato dal 118 dopo la corsa in ospedale

Napoli, bimbo rischia di morire: salvato dal 118 dopo la corsa in ospedale

Il piccolo è andato due volte in arresto cardiaco: la prontezza degli operatori ha evitato conseguenze tragiche


NAPOLI – La paura, la corsa in ospedale. Quei minuti che sembrano ore. Poi il sospiro di sollievo grazie al rapido intervento del 118. Sono stati momenti tremendi quelli vissuti da una famiglia di Napoli. A raccontarli l’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate.

“Un bimbo di appena 15 giorni di vita ha un malore. Da subito interviene il medico di base, vicino di casa della famiglia, la Dottoressa Alessandra Tedesco (ex medico 118). I genitori, in accordo con la collega, allertano il 118 che in pochi minuti è sul posto. Il bimbo viene caricato sul mezzo di soccorso, partono alla volta dell’ospedale San Paolo. Durante il tragitto il piccolo va in arresto cardiaco: il medico 118 e l’equipaggio iniziano immediatamente le manovre di rianimazione cardiopolmonare. Il piccolo va ancora in arresto all’interno del pronto soccorso ma alla fine è sano e salvo. Grazie all’equipaggio 118 guidato dal Dottor Quagliozzi”.

Poteva essere una tragedia: l’intervento tempestivo degli operatori sanitari, la loro freddezza e preparazione, l’ha miracolosamente evitata.