Omicidio Della Corte, la sentenza della Cassazione: 14 anni e mezzo di carcere per i giovanissimi responsabili

Omicidio Della Corte, la sentenza della Cassazione: 14 anni e mezzo di carcere per i giovanissimi responsabili

I giudici in primo grado avevano chiesto una pena di 16 anni di reclusione


NAPOLI – Condannati a 14 anni e mezzo di carcere. Una pena diventata definitiva ieri per i tre giovanissimi che, nel marzo di tre anni fa, aggredirono ed uccisero la guardia giurata Francesco Della Corte. Si trovava all’esterno della stazione Metro di Piscinola, in piena notte, quando venne violentemente malmenato e colpito alla testa dai tre. Una violenza inaudita che lo avrebbe portato alla morte poco dopo. Ora, dunque, condanne definitive con la Cassazione che ha respinto i ricorsi presentati dagli avvocati dei tre imputati. Inizialmente i giudici avevano condannato i 3 a 16 anni e mezzo di reclusione poi l’annullamento del verdetto e la chiusura del nuovo processo con l’esclusione dell’aggravante della crudeltà. Da lì la riduzione della pena a 14 anni e mezzo per i tre imputati, sentenza sulla quale la Corte di Cassazione ha messo ora il punto esclamativo.