Paura a Caserta, coppia aggredita da baby gang: auto danneggiata con calci e pugni

Paura a Caserta, coppia aggredita da baby gang: auto danneggiata con calci e pugni

La vittima è la figlia di una esponente politica locale


CASERTA – Una serie impressionante di calci e pugni alla macchina. La paura, poi la baby gang che si dilegua tra le risate mentre le vittime restano sotto choc. Un’aggressione, non c’è altro termine. È quella che è avvenuta l’altra notte a Caserta, in piazza Margherita.

Lo ha raccontato Carmen De Rosa, esponente locale di Italia Viva, considerando che la vittima è proprio la figlia: “Un gruppo di piccoli teppisti minorenni ha spaccato con calci lo specchietto della macchina dalla quale era appena scesa mia figlia con il fidanzato. In maniera gratuita per danneggiare, per provocare, per l’assoluto vuoto che coltivano già in giovane età.

Pur essendo ragazzi anche loro, non hanno reagito attaccando ed inseguendo, ma che il nostro centro storico non sia più sicuro e che le bande di teppisti spadroneggino è sotto gli occhi di tutti. Neanche il sacrificio umano di appena qualche mese fa ha insegnato qualcosa, si continua ad uscire per fare a botte. Non è tollerabile, il tema della sicurezza è improcrastinabile, non consegniamo la città al vile teppismo di questi ragazzi allo sbando. La società si faccia carico di riempire di contenuto questo vuoto e che una volta individuati i responsabili risarciscano con lavori socialmente utili, possibilmente danni che causano alle cose. Forze dell’ordine per strada, illuminazione e telecamere attive”.