Pozzuoli, vasto incendio nel deposito della Ctp: almeno 3 bus divorati dalle fiamme

Pozzuoli, vasto incendio nel deposito della Ctp: almeno 3 bus divorati dalle fiamme

“Oramai il declino della CTP sta sfociando e toccando limiti della sicurezza, compresa quella dei passeggeri”, dice il segretario generale dei trasporti Ugl Fna


POZZUOLI – Vasto incendio nel deposito dei pullman della Ctp di via Campana a Pozzuoli, l’azienda dei trasporti della Città Metropolitana di Napoli. Divorati dalle fiamme almeno 3 bus. Ma i danni potrebbero essere anche maggiori. Il rogo si è sviluppato questa notte. Sul posto sono arrivate subito le squadre dei vigili del fuoco con le autobotti che stanno cercando di domare le fiamme e le forze dell’ordine. Una enorme colonna di fumo nero e acre si è levata in cielo, visibile anche a diversi chilometri di distanza. Per fortuna, la pioggia e il maltempo stanno dando una mano a spegnere l’incendio o almeno ad evitare che si estenda portando a conseguenze peggiori.

Ancora da chiarire la dinamica di quanto accaduto, ma la matrice del rogo potrebbe essere accidentale e non dolosa. La Ctp, società della mobilità di proprietà dell’ex Provincia di Napoli, sta attraversando una delicata crisi finanziaria, ed è impegnata in un concordato preventivo pre-fallimentare in Tribunale con un piano di risanamento per evitare il crac. Secondo l’azienda, contattata da Fanpage.it, i bus danneggiati avrebbero oltre 10 anni, mentre si sarebbe in attesa di 30 bus nuovi dall’Acamir.

“Ennesima tragedia per la Ctp – commenta Edoardo Leongito, segretario generale dei trasporti Ugl Fna – stamane 3 autobus in fiamme. Dalle prime versioni, sembrerebbe che un autobus, rientrato per guasto, arrivato in deposito dopo aver parcheggiato, sia andato in fiamme, estendendo il pericolo ad altri autobus che erano lì vicino. Sarebbe la dimostrazione dello status della manutenzione dei mezzi aziendali. Oramai il declino della CTP sta sfociando e toccando limiti della sicurezza, compresa quella dei passeggeri. Dopo l’era De Magistris, ci aspettiamo dal neo sindaco di città Metropolitana di Napoli, Gaetano Manfredi, una seria “sterzata” che riporti la CTP ad essere azienda “fiore dell’occhiello” del TPL in Campania”, conclude il sindacalista.

FONTE: FANPAGE.IT