Tragedia in casa: Daniele, giovane allenatore napoletano, trovato morto nel letto a soli 35 anni

Tragedia in casa: Daniele, giovane allenatore napoletano, trovato morto nel letto a soli 35 anni

A lanciare l’allarme la sorella e gli amici che non lo sentivano dal giorno prima


REGGIO EMILIA /NAPOLI – Lutto e lacrime a Barra per Daniele Sansone, il giovane allenatore è morto a soli 35 anni. Ex difensore della Calerno Calcio e poi allenatore di diverse squadre è stato trovato senza vita nella sua casa a Reggio Emilia.

L’allarme è stato dato ieri mattina intorno alle 11 dalla sorella e da alcuni amici preoccupati perché Daniele da domenica non rispondeva al telefono. Quando i vigili del fuoco insieme agli agenti della squadra mobile sono entrati nell’appartamento si sono trovati davanti Daniele Sansone disteso sul letto. Inutili i tentativi dei soccorritori, per lui non c’era più niente da fare. La notizia si è presto diffusa lasciando increduli i tanti che lo conoscevano.

Rimangono tanti punti da chiarire, a partire dal motivo della morte, dal momento che Daniele è sempre stato un ragazzo sano. Ancora non sono chiare le dinamiche del decesso. Forse solo l’autopsia potrà dire qualcosa di più.