Bonus Natale 2021, fino a 1.400 euro a famiglia: a chi spetta e come ottenerlo

Bonus Natale 2021, fino a 1.400 euro a famiglia: a chi spetta e come ottenerlo

Sono stati stanziati 500 milioni di euro così suddivisi: una metà in proporzione alla popolazione residente in ciascun comune


ITALIA – Cresce l’attesa, come ribattezzato da molti, per il ” Bonus Natale” o “Bonus Natalizio”. Non si tratta di un voucher ma dell’erogazione di buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari e di beni di prima necessità per aiutare le famiglie durante il periodo della pandemia di Covid-19. Il contributo può arrivare fino a 1.400 euro a famiglia e verrà distribuito entro la fine dell’anno dai comuni, finanziato dallo stato, come già previsto dal decreto Ristori e rifinanziato dal governo tramite il decreto Sostegni bis (dl 25 maggio 2021, n. 73).

I FONDI PER LA MISURA

Sono stati stanziati 500 milioni di euro così suddivisi: una metà in proporzione alla popolazione residente in ciascun comune, l’altra in base alla differenza del valore del reddito pro capite per ogni comune rispetto al valore medio nazionale, ponderata per la rispettiva popolazione. Questi fondi vengono gestiti direttamente dalle amministrazioni locali, che si occuperanno anche della pubblicazione del relativo bando con i requisiti per accedere al bonus natalizio 2021. Alcuni comuni, inoltre, hanno approvato ulteriori finanziamenti per l’anno in corso.

CHI PUO’ RICHIEDERE IL BONUS

In linea di massima il bonus natalizio spetta sia a nuclei familiari di una o più persone o con figli, ma i buoni spesa sono pensati come supporto per quelle famiglie in difficoltà economica a causa della pandemia, quindi sarà data la priorità va a chi non riceve alcun tipo di sostegno pubblico.

COME OTTENERLO

Per ottenere i buoni spesa 2021 bisogna collegarsi al sito del comune di appartenenza e compilare la domanda, che nella maggior parte dei casi è online. In caso di impossibilità di accesso a internet, i comuni forniscono anche supporto telefonico per la compilazione della domanda online, o dal vivo in un dei centri o delle associazioni di quartiere.

DOCUMENTI DA PRESENTARE

I comuni stessi stabiliranno i criteri che ritengono più idonei per la distribuzione del bonus, ma ci sono dei documenti che sono indispensabili al momento della domanda: sono la certificazione del valore Isee del nucleo familiare e il numero dei componenti di minore età, con disabilità e anziani.