Covid a Napoli, aumentano i ricoveri: 14enne in rianimazione al Santobono

Covid a Napoli, aumentano i ricoveri: 14enne in rianimazione al Santobono

“L’aggressività del virus non risparmia i più piccoli e, oltre a colpirli con la malattia, li rende potenziali vettori dell’infezione tra gli adulti: ecco perché è necessario procedere con la vaccinazione in età pediatrica”, dichiara il Direttore generale dell’ospedale pediatrico Santobono-Pausilipon, Rodolfo Conenna


NAPOLI – Il totale dei pazienti di età inferiore ai 18 anni ricoverati negli ospedali sentinella è di 17 di cui 2 in terapia intensiva. Età media 4 anni. I due ricoverati in Rianimazione hanno 14 e 11 anni e sono ricoverati all’ospedale pediatrico Santobono di Napoli e agli ospedali Riuniti di Ancona. Lo evidenzia la Federazione italiana delle aziende sanitarie e ospedaliere (Fiaso). Come riportato da Il Mattino.

“Nella quarta ondata pandemica stiamo assistendo a una crescita di bambini ricoverati per Covid e qualcuno manifesta anche la necessità di cure intensive. L’aggressività del virus non risparmia i più piccoli e, oltre a colpirli con la malattia, li rende potenziali vettori dell’infezione tra gli adulti: ecco perché è necessario procedere con la vaccinazione in età pediatrica. Serve a proteggere i nostri bambini, a frenare la circolazione del virus e anche garantire il diritto allo studio riducendo i contagi nelle scuole e assicurando la regolarità delle lezioni in presenza”, dichiara il Direttore generale dell’ospedale pediatrico Santobono-Pausilipon, Rodolfo Conenna.