Giugliano, arrivano 10 milioni per i Pics: oggi la firma tra Pirozzi e il governatore De Luca

Giugliano, arrivano 10 milioni per i Pics: oggi la firma tra Pirozzi e il governatore De Luca

2 milioni e mezzo per LIternum, interventi anche a villa Zagaria e Mercato Ortofrutticolo


NAPOLI – Con le firme apposte questa mattina dal governatore De Luca e dal sindaco di Giugliano Nicola Pirozzi a palazzo Santa Lucia partono ufficialmente i Pics, Programmi Integrati Città Sostenibile che vedranno la città giuglianese destinataria di un finanziamento di dieci milioni di euro che permetterà di apportare interventi di riqualificazione su tutto il territorio cittadino, con attenzione particolare al sito archeologico di Liternum che vedrà uno stanziamento di circa due milioni e mezzo.

I Pics, di cui sono oggetto le città di medie dimensioni della Regione Campania, sono programmi complessi orientati al raggiungimento di molteplici obiettivi: contrasto alla povertà ed al disagio, valorizzazione dell’identità culturale e turistica della Città, miglioramento della sicurezza urbana, accessibilità dei servizi per i cittadini. Attraverso la propria pagina Facebook Pirozzi ha commentato: “entro il 31 dicembre 2023 realizzeremo i progetti in cantiere”.

Con il finanziamento ottenuto dalla città di Giugliano si potrà anche riqualificare il bene confiscato alla criminalità organizzata, la cosiddetta ex villa Zagaria, e predisporre lavori all’area verde del I Circolo Didattico di Piazza Gramsci, realizzare in diversi punti della città aree gioco e sportive, dare nuova vita all’ex cinema comunale e al mercato ortofrutticolo, creare una rete tematica di promozione turistica attraverso le “chiese della cultura”.

All’incontro di questa mattina, con il primo cittadino, c’era anche l’assessore ai lavori pubblici Gaetano Coppola. De Luca e Pirozzi, nonostante i rumors, non si sono soffermati sul ricorso al TAR discusso in questi giorni riguardo l’impianto di trattamento rifiuti di Ponte Riccio. Per capire se l’iter potrà procedere bisognerà attendere che il tribunale amministrativo si pronunci.