Giugliano, caos tamponi all’ospedale: Pirozzi chiede all’Asl di trovare una nuova collocazione

Giugliano, caos tamponi all’ospedale: Pirozzi chiede all’Asl di trovare una nuova collocazione

Il traffico in diverse zone della città è infatti aumentato notevolmente. Inoltre, il punto del Drive-Through fa da ostacolo alle operazioni di pronto soccorso del San Giuliano


GIUGLIANO IN CAMPANIA – Le file per il Drive-Through nei pressi del pronto soccorso dell’ospedale di Giugliano hanno causato grossi rallentamenti e disagi in città. Da giorni, ormai, in concomitanza con le feste natalizie, la sede per i tamponi cui sottoporsi senza uscire dalle proprie auto, individuata dall’ASL a via Basile, è stata presa d’assalto da moltissimi residenti a Giugliano e dintorni (i tamponi sono riservati a chi abita nei comuni serviti dall’ASL Napoli2 Nord), in particolare nella zona di Via Maristi, via Allende, via Di Vittorio e via Licoda. Il grosso traffico crea problemi anche ad eventuali feriti o malati che devono essere trasportati d’urgenza in ospedale. Il punto dove effettuare i tamponi, cui si stanno sottoponendo persone risultate positive in precedenza oppure a stretto contatto con parenti contagiati, si trova infatti proprio in corrispondenza della corsia per il pronto soccorso. Per ovviare a questi disagi, il Sindaco, Nicola Pirozzi, si è rivolto all’ASL, cui spetta la decisione su un eventuale cambio di sede per i tamponi. Lo scopo è quello di individuare un nuovo punto per il Drive-Through che possa evitare disagi alla circolazione stradale o che sia quantomeno lontana dall’ospedale San Giuliano. Una sede che sia dunque, possibilmente, lontana anche da una zona come il centro di Giugliano, già di per sè solitamente trafficato.

Il Sindaco Pirozzi ha così  anche risposto anche alle critiche di parte dell’opposizione, che lo accusava di non essere intervenuto sulla vicenda per evitare questi disagi.

Questo è quanto reso noto ieri dal primo cittadino in merito sul proprio profilo Facebook:

“Le code interminabili di automobili per i tamponi davanti all’ospedale ‘San Giuliano’ fino al centro città ha rappresentato un’emergenza nell’emergenza, per la viabilità e per le istituzioni sanitarie. Ovviamente, mentre qualche consigliere di centrodestra si lamentava sui social dell’assenza dell’amministrazione, noi da giorni interloquiamo con le autorità sanitarie per tentare di risolvere l’ennesima emergenza mettendo in piedi ipotesi fattibili e soluzioni immediate. Come sempre la nostra parte la svolgiamo nei luoghi di competenza, nelle istituzioni. Con serietà e rigore.
Questa mattina ho messo su carta tutto quello che avevo già comunicato a voce ai vertici dell’Asl e si è svolto già un sopralluogo congiunto, amministrazione-Asl, per mettere in piedi un centro tamponi in un’area ampia adeguata alle necessità imponenti di questa quarta ondata Covid. Appena avremo l’ok dall’Asl sarete i primi ad essere informati”.

LEGGI ANCHE:

Giugliano, auto in fila per il tampone: traffico paralizzato nella zona ospedaliera