Napoli, Carabinieri sequestrano 200 chili di botti illegali stipati in un ditta tessile

Napoli, Carabinieri sequestrano 200 chili di botti illegali stipati in un ditta tessile

La titolare dell’azienda, una 40enne incensurata del posto, è stata denunciata a piede libero


NOLA – I Carabinieri stanno fornendo il massimo sforzo in tutta Napoli e Provincia per contrastare il mercato illegale dei fuochi d’artificio. Fenomeno illecito e quanto mai pericoloso.

E’ di poche ore fa l’ultima operazione dei Carabinieri della Compagnia di Nola. Nella frazione di Piazzolla, i militari della locale stazione hanno rinvenuto e sequestrato 200 chili di materiale pirotecnico illegale.

Gli ordigni artigianali – 54 batterie da 100 colpi l’una – sono stati trovati presso l’area esterna di un’azienda tessile. Fortunatamente i Carabinieri hanno sequestrato il materiale esplodente che potenzialmente avrebbe potuto causare danni enormi visto il luogo in cui era stato stipato.

La titolare dell’azienda, una 40enne incensurata del posto, è stata denunciata a piede libero e dovrà rispondere all’autorità giudiziaria del reato di fabbricazione o commercio abusivi di materiale esplodente.