Napoli, controlli all’interno di una struttura ricettiva: arrestato il direttore del Teatro di Mosca

Napoli, controlli all’interno di una struttura ricettiva: arrestato il direttore del Teatro di Mosca

L’uomo è stato identificato a seguito di un controllo del territorio da parte della Polizia


NAPOLI – Stanotte gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti presso una struttura ricettiva in viale Umberto Maddalena dove hanno rintracciato  Yevhen Lavrenchuk, 39enne ucraino, sottoponendolo ad arresto provvisorio ai fini estradizionali in quanto ricercato dalle autorità russe il 10 luglio 2020 dovendo espiare la pena detentiva di 10 anni per frode.

Chi era il ricercato

L’uomo, identificato come Yevhen Lavrenchuk, ma il cui nome nome è traslato dall’alfabeto ucraino anche con la grafia di Eugene Lavrenchuk, deve scontare 10 anni di reclusione. A quanto apprende Fanpage.it da fonti qualificate, si sarebbe trattato di una truffa ai danni di un suo studente: il 39enne si sarebbe fatto prestare del denaro, che sarebbe dovuto servire per dei lavori di ristrutturazione, probabilmente di un teatro; secondo le indagini svolte dalle autorità russe avrebbe però intascato i soldi. Dopo la condanna aveva fatto perdere le sue tracce e aveva lasciato il Paese. Era in fuga dal 10 luglio 2020, erano state diramate le ricerche anche in ambito internazionale e così, quando è stato registrato nella struttura ricettiva, è scattato l’alert negli uffici di via Medina.

Come riportato da Fanpage, Lavrenchuk non ha opposto resistenza, è stato sottoposto ad arresto provvisorio ai fini dell’estradizione. Molto noto in Russia, il 39enne aveva debuttato come regista ad appena 16 anni; lavora anche come produttore e insegnante. È cofondatore e direttore artistico del Teatro Polacco di Mosca e della Scuola di recitazione e di regia, oltre che direttore principale dell’Odessa National Opera House.