Napoli, la settimana che porta al big match contro il Milan e la speranza di recuperare gli infortunati

Napoli, la settimana che porta al big match contro il Milan e la speranza di recuperare gli infortunati

Dopo la vittoria contro il Leicester e lo stop in campionato contro l’Empoli, Spalletti studia la formazione da schierare domenica a San Siro


L’ultima settimana partenopea ci lascia una speranza ed una preoccupazione. La speranza per il turno superato in Europa League contro il Leicester e la preoccupazione dopo la sconfitta di domenica al Maradona contro l’Empoli.

Ma partiamo da giovedì, dove gli Azzurri in casa ed in emergenza battono gli inglesi per 3-2, classificandosi secondi nel girone e continuando così il cammino in Europa League.

Una vittoria fatta col cuore, in cui anche i tanti errori non hanno ostacolato il passaggio del turno e dove a Febbraio per i sedicesimi ci sarà il Barcellona. E lì sarà una gara da grandi eventi, che si intreccia anche col ricordo di Diego Armando Maradona che ha giocato in entrambe le squadre. Si giocherà il 17 Febbraio al Camp Nou e il ritorno il 24 Febbraio al Maradona, sperando per il Napoli che per queste date avrà recuperato tutti gli infortunati, prospettando così una partita di livello e forti emozioni. Ovviamente dopo il sorteggio di ieri, molti tifosi  hanno subito controllato i voli per la partita di andata, e questo già anticipa il grande clima da spettacolo che porterà questa doppia sfida.

Ma adesso torniamo a quello che invece è il nostro presente oggi, che ci racconta purtroppo di un Napoli in fortissima emergenza, che in Campionato raccoglie la sua seconda sconfitta consecutiva (terza in stagione) in questa Serie A, contro una squadra come l’Empoli che gioca bene e che ha messo in difficoltà anche altre squadre. Ma il Napoli, seppur decimato dagli infortuni, non può e non deve perdere punti d’oro in casa, contro squadre che sulla carta ha l’obbligo di battere. È vero anche che ci si è messa di mezzo la sfortuna, che non solo continua a decimare il Napoli (Zielinski uscito per difficoltà respiratorie ed Elmas sostituito nel finale per un trauma contusivo al polpaccio destro), ma che gli mette anche contro un Super Vicario che para l’impensabile salvando su Lozano, Ounas ed Insigne, a parte poi i legni di Elmas e Petagna. Insomma una palla che non vuole entrare, come raccontano anche i dati statistici che evidenziano 30 conclusioni degli Azzurri contro l’Empoli, senza mai segnare. Quasi come fosse una porta stregata, se pensiamo che è accaduto solo nel 2014 contro il Chievo che il Napoli tentò più tiri in una gara senza mai arrivare al Gol (33).

Ma sfortuna ed infortuni a parte, i dati ci raccontano anche che nelle ultime 6 partite di serie A gli Azzurri hanno fatto solo 5 punti, troppo pochi per ambire alla permanenza in zona Champions, considerando anche che le altre concorrenti hanno fatto molto meglio nelle ultime 6 gare: l’Atalanta 18 punti, l’Inter 16, la Juve 13, la Fiorentina 12, la Roma 9, il Milan 8. Ed è proprio il Milan il prossimo avversario del Napoli, in uno scontro che vede le uniche 2 quadre che per almeno 14 giornate dall’inizio del Campionato sono state le protagoniste assolute di questa Serie A, dividendosi lo scettro di Capolista, e che però oggi invece, alla vigilia della 18a giornata, sono entrambe in calo.

Per domenica il Napoli spera di recuperare qualche infortunato, dovrebbero essere della gara Insigne ed Anguissa, già convocati per Empoli e dove hanno già giocato verso il finale  una mezz’ora di partita. Per gli altri infortunati invece si valuterà in questi giorni, tranne che per Osimhen e Koulibaly i cui tempi sono ancora lunghi. Per il resto, toccherà sempre alla mano esperta di Spalletti sistemare la squadra nel miglior modo possibile e giocarsi la partita al massimo, considerando anche che domenica scorsa ha raggiunto il suo record personale di 500 panchine in Serie A, tra cui Roma ed Inter.

Quindi, in questo momento delicato, solo un esperto come lui può tirarci fuori dai guai, almeno lo speriamo tutti. E che D10S (del calcio) ce la mandi buona.
#ForzaNapoliSempre