Napoli, la settimana del riscatto: sfida in Europa League al Leicester per la qualificazione e poi l’Empoli in campionato

Napoli, la settimana del riscatto: sfida in Europa League al Leicester per la qualificazione e poi l’Empoli in campionato

Giovedì sfida decisiva agli inglesi per il passaggio del turno. Poi la rincorsa al primato in serie A


Inizia una nuova settimana di impegni per il Napoli, reduce da 2 partite della settimana appena trascorsa, Sassuolo e Atalanta, che hanno prodotto un solo punto in classifica, facendogli perdere quindi il primo posto e scivolando al terzo dopo le 2 Milanesi, ma con un distacco minimo di 1 e 2 punti e con dietro l’Atalanta a meno 2.

E proprio contro l’Atalanta, sabato gli Azzurri hanno giocato il loro ultimo match, perdendo 3-2. Però, nonostante la sconfitta, il Napoli ha giocato una gara all’ultimo respiro, senza 7 titolari importantissimi e ricevendo anche gli applausi del Maradona a fine gara.

È stato un Napoli rinnovato tatticamente che ha sofferto un Atalanta forte, Spalletti (squalificato per 2 giornate di Campionato, contro Atalanta ed Empoli), ha provato a studiare cose interessanti, poi la classe di Mertens e un ottimo Lobotka hanno fatto la differenza, che purtroppo non è bastata contro una squadra in ottime condizioni come l’Atalanta. Un Napoli che poi quando è uscito il belga sostituito e Lobotka per infortunio, è calato un po’. Sul finale poi, un ottimo Malcuit ed anche Petagna sprecano ben 3 occasioni per il pareggio. E meno male che poi il Var questa volta ha fatto anche sentire la sua giusta presenza, per un errore clamoroso dell’arbitro Mariani che stava per assegnare un rigore ai Bergamaschi, su un recupero palla di Mario Rui fatto con i piedi, ma che l’arbitro con un’enorme svista credeva fosse toccato con le mani (sic!). Per fortuna l’epilogo dell’episodio è stato risolto dal Var, che ogni tanto è utilizzato nel modo corretto.

Per quanto riguarda invece le note positive del Napoli, c’è da sottolineare il 5°gol di Zielinski in 15 presenze in questo campionato e le 100 presenze in azzurro di Di Lorenzo, che dal 29 Agosto di quest’anno fino a sabato ha collezionato 27 partite tra il Napoli e la Nazionale, giocando sempre titolare per tutti i 90 minuti più i recuperi. Dal 5 Settembresono 25 partite consecutive in 3 mesi, un dato pazzesco che riguarda solo i Portieri.

Intanto, questa settimana il Napoli dovrà affrontare prima il Leicester in Europa League e poi l’Empoli in Serie A. Giovedì al Maradona gli Azzurri dovranno giocarsi il tutto per tutto per vincere e superare così il girone di Europa League, per qualificarsi alla fase successiva.

La nuova formula di qualificazione infatti prevede che la prima classificata accede direttamente agli ottavi di finale, la seconda andrà ai sedicesimi contro una squadra retrocessa dalla Champions League e la terza scenderà in Conference League (ai sedicesimi). La quarta invece saluterà definitivamente l’Europa per questa stagione. E nel Girone C degli Azzurri è ancora tutto in ballo per tutte le 4 squadre. Purtroppo però il Napoli in primis dovrà affrontare il problema degli infortunati, perché se ci vorranno tempi lunghi per Osimhen e Koulibaly, probabilmente ancora non saranno della partita neanche Insigne ed Anguissa, che forse rivedremo contro l’Empoli domenica al Maradona o addirittura l’altra domenica nella trasferta delicata contro il Milan, in cui si spera di recuperare anche Fabian e magari in tempi record Lobotka, che contro l’Atalanta ha rimediato un trauma contusivo di medio alto grado del bicipide femorale destro. Per Manolas invece, che lavora ancora sul personalizzato in palestra e solo in parte in gruppo, bisognerà valutare la situazione in questi giorni.

Come sempre quindi, la soluzione passa nelle mani esperte di Mister Spalletti, che senza fare miracoli dovrà rimaneggiare la squadra, contando però almeno sui rientri a pieno titolo di Demme e Politano. Incrociamo le dita.

#ForzaNapoliSempre