Napoli, Polizia in azione alla stazione Garibaldi: oltre 1000 persone controllate

Napoli, Polizia in azione alla stazione Garibaldi: oltre 1000 persone controllate

Nei guai 40enne che si è reso responsabile di stalking per aver offeso pubblicamente la sua ex consorte


NAPOLI – Nell’ambito dei servizi predisposti dal Compartimento Polizia ferroviaria per la Campania nella stazione di Napoli Centrale, dal giorno 27 dicembre, sono state controllate oltre 1.000 persone,  5 esercizi commerciali, deferite all’autorità giudiziaria 4 persone, di cui una in stato di arresto, in quanto responsabili di alcune violazioni di legge.

Martedì, in particolare: è stato denunciato un uomo di anni 40 che si è reso responsabile di stalking per aver offeso pubblicamente la sua ex consorte. Gli agenti Polfer hanno attivato immediatamente le procedure d’urgenza previste dai protocolli operativi concepiti di concerto con la locale Procura della Repubblica presso il Tribunale, finalizzate alla lotta ai reati legati alla violenza di genere e/o in ambito familiare.
È stato denunciato, inoltre, un cittadino straniero di nazionalità marocchina, irregolare sul territorio nazionale, il quale, all’ esortazione di una capotreno di indossare la mascherina per poter utilizzare i mezzi di trasporto pubblico, l’ha colpita con tale violenza da dover farla ricorrere a cure mediche presso il pronto soccorso.
Nei pressi della biglietteria di una società di trasporto urbano, in Piazza Garibaldi, è stato segnalato all’Autorità Amministrativa un 50enne, per essere stato sorpreso a vendere abusivamente delle mascherine FFP2. Condotto presso gli uffici di polizia, gli operatori Polfer hanno accertato che i dispositivi venduti abusivamente non erano conformi alle normative vigenti. Si è proceduto, pertanto, all’ordine di allontanamento dai luoghi, oltre al sequestro della merce e del denaro derivante dalla vendita.
E’ stato denunciato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, un cittadino georgiano 50enne, irregolare sul territorio nazionale, perché alla richiesta da parte del personale ferroviario di indossare la mascherina per poter accedere ai treni, ha reagito violentemente nei confronti degli operatori Polfer che erano intervenuti per dirimere la questione.

Ieri, il personale Polfer preposto ai controlli ai varchi di ingresso e uscita della stazione di Napoli Centrale, ha sottoposto a controllo un cittadino straniero che si aggirava con fare sospetto nei pressi dei varchi. Dall’accertamento è emerso a carico dell’uomo un mandato di arresto europeo per due diverse rapine perpetrate in alcuni paesi extracomunitari. Condotto presso gli uffici di polizia l’uomo, un cittadino polacco di 45 anni, è stato arrestato.