Napoli, rifiutano di pagare il racket-sosta ed il parcheggiatore abusivo li minaccia e va in escandescenze

Napoli, rifiutano di pagare il racket-sosta ed il parcheggiatore abusivo li minaccia e va in escandescenze

“Abbiamo segnalato l’accaduto alle forze dell’ordine affinché procedano ad effettuare delle verifiche e dei controlli”, le parole della vittima


A Napoli, sono sempre più violenti i parcheggiatori abusivi, soprattutto quelli che hanno occupato i posti strategici del centro storico, delle zone ospedaliere e quelli adiacenti allo stadio di Fuorigrotta.

Come denunciato da un automobilista al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, in via Monteoliveto un abusivo della sosta sarebbe andato in escandescenze per un rifiuto del pagamento del racket-parcheggio:

“In via Monteoliveto questo parcheggiatore abusivo ha prima rotto il parchimetro e dopo ci ha intimato a dargli per forza 2 euro perché “lui sta lavorando lì da stamattina”. Oltre a questo ha iniziato a urlarci addosso e ha proferito parole sessiste verso una mia amica in macchina con me. Siamo davvero arrivati a questo? In 4 ore nemmeno una pattuglia della municipale è passata di lì e questo gira indisturbato in questa area da moltissimo tempo.”.

“Abbiamo segnalato l’accaduto alle forze dell’ordine affinché procedano ad effettuare delle verifiche e dei controlli.  Molti parcheggiatori abusivi sono violenti ed usano l’intimidazione e le minacce, che non sempre restano soltanto ‘promesse’, per farsi pagare anche perché che in tanti casi, soprattutto quelli che occupano posizioni strategiche, sono gestiti dai clan che hanno trovato nel mercato dei parcheggi abusivi una sorta di bancomat. I cittadini devono denunciare e non affidarsi a questa gente senza scrupoli ma le istituzioni devono tutelarli combattendo senza sosta questo fenomeno e prevedendo delle riforme delle normative affinché per alcuni soggetti sia prevista la pena detentiva. Ora serve tolleranza zero, basta scuse.”- ha dichiarato il Consigliere Borrelli.