Pescivendolo ucciso nel napoletano per difendere nuora e figlia: oggi i funerali

Pescivendolo ucciso nel napoletano per difendere nuora e figlia: oggi i funerali

Da quanto si apprende, ad officiare al rito funebre sarà l’arcivescovo di Napoli, monsignor Domenico Battaglia


BOSCOREALE – Si svolgeranno questo pomeriggio, a partire dalle 16.30, nel santuario dello Spirito Santo, conosciuto anche come chiesa del Carmine, a Torre Annunziata (Napoli) i funerali di Antonio Morione, il titolare della pescheria ”Il delfino” di Boscoreale assassinato la sera del 23 dicembre durante una sparatoria seguita ad un tentativo di rapina avvenuta nella sua attività commerciale. Da quanto si apprende, ad officiare al rito funebre sarà l’arcivescovo di Napoli, monsignor Domenico Battaglia, insieme a don Pasquale Paduano. Come annunciato nei giorni scorsi dal sindaco Vincenzo Ascione, oggi in occasione delle esequie del 41enne è stato proclamato il lutto cittadino.

Stando alla  ricostruzione della vicenda ad opere della vedova di Antonio, ucciso sotto gli occhi della moglie, distrutta. Stando a quanto è emerso, una Fiat 500 ha accostato al negozio. Dalla vettura è sceso un uomo armato che ha fatto irruzione e “ha puntato la pistola in faccia a una ragazza di 17 anni”, ha spiegato il legale della famiglia Morione. “Antonio non ha reagito per l’incasso, ma per difendere la figlia”.

LEGGI ANCHE

Pescivendolo ucciso nel napoletano: pistola puntata su figlia e nuora, “è morto per difenderle”