Rapina in banca, sequestrati i dipendenti: arrestato anche il terzo complice a Torre del Greco

Rapina in banca, sequestrati i dipendenti: arrestato anche il terzo complice a Torre del Greco

I Carabinieri del locale N.O.R. rinvenivano 68 detonatori a miccia, oltre a circa 3.000 euro in contanti, motivo per cui il soggetto veniva anche tratto in arresto in flagranza di detenzione illecita di materiale esplodente


TORRE DEL GRECO – Nella mattinata di venerdì 03 dicembre 2021, in Torre del Greco (Na) i Carabinieri del N.O.R. della Compagnia Carabinieri di Abbiategrasso (Mi) coadiuvati nella fase investigativa ed esecutiva dai colleghi della locale Compagnia hanno dato esecuzione a decreto di fermo del PM per rapina aggravata in concorso nei confronti di U. G., classe 1975, pregiudicato di Torre del Greco con precedenti specifici.

L’arrestato, all’esito di articolata ed immediata indagine diretta dalla Procura della Repubblica di Pavia (Dott.ssa Diletta Balduzzi), è stato individuato quale terzo complice della rapina commessa il 12 novembre scorso ai danni di un istituto bancario di Motta Visconti (Mi) quando i militari della Sezione Operativa del N.O.R. di Abbiategrasso arrestavano in flagranza di reato due rapinatori in procinto di darsi alla fuga. A seguito di perquisizione locale all’interno dell’appartamento di Torre del Greco nel quale il fuggitivo si stava nascondendo, i Carabinieri del locale N.O.R. rinvenivano 68 detonatori a miccia, oltre a circa 3.000 euro in contanti, motivo per cui il soggetto veniva anche tratto in arresto in flagranza di detenzione illecita di materiale esplodente. L’arrestato, che già all’atto della rapina in Motta Visconti si trovava in licenza straordinaria dal carcere di Napoli Secondigliano, veniva quindi associato al Carcere di Poggioreale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.