Svolta per Giugliano, Villaricca, Qualiano e Quarto: mai più nessun impianto rifiuti sul territorio

Svolta per Giugliano, Villaricca, Qualiano e Quarto: mai più nessun impianto rifiuti sul territorio

La legge 87/2007 disponeva che sul nostro territorio non potessero più essere realizzati siti di smaltimento “finale” dei rifiuti, adesso – grazie ad un emendamento della senatrice Mariolina Castellone – quell’aggettivo “finale” e’ stato eliminato e non si potranno più aprire nemmeno siti di trattamento.


CAMPANIA – Una notizia tanto lieta che appare come un regalo di Natale per i cittadini di Giugliano, Villaricca, Qualiano e Quarto. La senatrice Mariolina Castellone, capogruppo al Senato del M5S ha annunciato l’emendamento alla legge di bilancio 2022 che modifica la legge 87/2007. Per effetto di questo emendamento non potranno più essere costruiti sul territorio nessun impianto di trattamento o smaltimento dei rifiuti.

La legge 87/2007 disponeva che sul nostro territorio non potessero più essere realizzati siti di smaltimento “finale” dei rifiuti, adesso – grazie all’emendamento – quell’aggettivo “finale” e’ stato eliminato e non si potranno più costruire neanche siti di trattamento.

Questo il post della senatrice Mariolina Castellone

“UNA NORMA CHE RESTITUISCE SPERANZA ALLA MIA TERRA E A TUTTE LE TERRE DEI FUOCHI

Come dico spesso, questa sarà ricordata come la manovra dei record.

Tra quelli positivi c’è un traguardo importantissimo che è un segnale di speranza per Giugliano, la mia città, e per Villaricca, Qualiano e Quarto.

In manovra, grazie ad un nostro emendamento (159.0.27- Testo 2), non solo abbiamo rifinanziato il fondo per le bonifiche delle discariche abusive, ma abbiamo anche modificato la legge 87/2007.

Mentre prima essa disponeva che sul nostro territorio non potessero più essere realizzati siti di smaltimento “finale” dei rifiuti, adesso quell’aggettivo “finale” e’ stato eliminato e non si potranno più aprire nemmeno siti di trattamento di rifiuti.

Un obiettivo rincorso per tanto tempo, al quale abbiamo lavorato insieme al mio collega Salvatore Micillo, e che ora con fierezza annuncio essere diventato realtà. Come ho sempre detto, mai smetterò di lottare per la mia terra e contro le politiche regionali di gestione dei rifiuti, che hanno trasformato Giugliano e i comuni limitrofi nella pattumiera della Campania, mortificando il loro potenziale di luogo di bellezza e di riscatto e mettendo in pericolo la salute pubblica.