Vaccini, Ricciardi: “Con la quarta dose si partirà tra maggio e giugno 2022”

Vaccini, Ricciardi: “Con la quarta dose si partirà tra maggio e giugno 2022”

Secondo Ricciardi gli obiettivi da centrare sono definiti: spingere le terze dosi, portare avanti l’impegno di convincere i No vax e fare “un salto di qualità” nella gestione delle scuole.


ITALIA – “A gennaio l’impennata dei contagi sarà impetuosa, ma l’Italia quest’anno ha lottato bene contro il virus. Però non si tornerà al lockdown, non per tutti almeno”. Walter Ricciardi ha pochi dubbi: il 2022 non sarà l’anno in cui ci libereremo dal virus. Per il consulente del ministro della Salute Roberto Speranza e docente di Igiene all’università Cattolica di Milano, quello che sta per iniziare però è l’anno in cui, grazie ai vaccini, impareremo a controllarlo. Gli obiettivi da centrare sono definiti: spingere le terze dosi, portare avanti l’impegno di convincere i No vax e fare “un salto di qualità” nella gestione delle scuole.

Il 2021 si è aperto con le prime vaccinazioni ai sanitari e l’Italia in quasi lockdown. Si chiude con Omicron, molte meno morti ma la necessità di una nuova stretta a causa dei contagi. Qual è il suo bilancio?

“Quest’anno ci ha visti combattere, molto e in maniera adeguata. L’onore delle armi, per così dire, ci è stato riconosciuto da tutti. Però abbiamo subito la conseguenza delle scelte sbagliate di altri. Non è un caso che le 3 varianti che hanno caratterizzato il 2021, siano arrivate da paesi simbolo. La prima dal Regno Unito, che non ha fatto nulla per fermare il virus. La seconda dall’India, che aveva abbassato la guardia. E quest’ultima dal Sudafrica, dove si è diffusa perché la copertura vaccinale è minima. Ora finiamo il 2021 con una quarta ondata superiore per casi alle precedenti e la necessità di accelerare sulla terza dose”.