Via libera all’impianto di Ponte Riccio, il TAR boccia il ricorso di Qualiano, Giugliano e comitati

Via libera all’impianto di Ponte Riccio, il TAR boccia il ricorso di Qualiano, Giugliano e comitati

L’amministrazione De Leonardis sarebbe pronta a ricorrere al Consiglio di Stato


NAPOLI – Ricorso respinto, il nascente impianto di trattamento rifiuti sull’ex centrale turbogas dell’ENEL in località Ponte Riccio a Giugliano potrà proseguire il proprio iter. Questa la decisione del Tribunale Amministrativo Regionale della Campania dopo l’udienza tenutasi lo scorso 30 novembre riguardo il ricorso presentato dal comune di Qualiano e, in adiuvandum, da quello di Giugliano, Parete e dal comitato ambientalista Kosmos.

Alla base della scelta operata dai giudici del TAR ci sarebbe la natura stessa della struttura, non considerata come impianto finale ma come facente parte di un ciclo integrato del trattamento rifiuti, occupandosi nello specifico dello spacchettamento delle ecoballe. Le prime indiscrezioni vedono l’amministrazione qualianese intenzionata a proseguire l’opposizione ricorrendo in ultima istanza al Consiglio di Stato.

CLICCA E LEGGI LA SENTENZA DEL TAR