Aumento dei contagi in Campania, fila di auto al Cotugno: “Al pronto soccorso non c’è posto”

Aumento dei contagi in Campania, fila di auto al Cotugno: “Al pronto soccorso non c’è posto”

“Il pronto soccorso è pieno e si lavora intensamente con la fila, non c’è la possibilità di accettarli e sistemarli perché è pieno”, ha dichiarato il primario


NAPOLI – I contagi aumentano e il Cotugno è stato totalmente riconvertito in ospedale Covid. Le auto arrivano al cancello dell’ospedale Cotugno, lo superano per creare una fila che nel giro di due ore conterà dieci vetture in attesa di triage.

I medici e gli infermieri assistono i pazienti in macchina valutando la gravità dei sintomi, facendo accedere prima eventuali codici rossi. Come riportato da Fanpage

Il pronto soccorso è pieno, dato confermato dal Direttore del Dipartimento di Malattie infettive del nosocomio Rodolfo Punzi a Fanpage. Punzi ha dichiarato: “Il pronto soccorso è pieno e si lavora intensamente con la fila, non c’è la possibilità di accettarli e sistemarli perché è pieno il pronto soccorso, la scena nasce non dal fatto di non volerli accettare dentro per cattiva volontà anzi, siamo pronti a uscire fuori e a soccorrere chi ha necessità”.

Se nei reparti, spiega il primario, si riesce a garantire un minimo di turnover, il pronto soccorso è ormai saturo e pur di assistere i pazienti medici e infermieri sono costretti a trasformare il piazzale dell’ospedale in una nuova corsia. “Il codice rosso inevitabilmente accede al pronto soccorso prima del codice giallo, verde e bianco. Il triage viene fatto per far accedere subito i casi più urgenti”.  Il Dottor Punzi spiega che le persone che arrivano al pronto soccorso, sono circa il 60% è no vax, ovvero pazienti che hanno scelto o non hanno potuto vaccinarsi.