Bimbo nato morto, condannati due ginecologi ed una ostetrica per omicidio colposo

Bimbo nato morto, condannati due ginecologi ed una ostetrica per omicidio colposo

I tre falsificarono anche la cartella clinica


SALERNO – Finalmente ha avuto giustizia il piccolo Raffaele che purtroppo non vide mai la luce del sole dato che già morì ancor prima di nascere in una sala operatoria della clinica Tortorella. I genitori hanno chiesto giustizia più volte e lo hanno fatto attraverso il loro legale di fiducia, l’avvocato Laura Ceccarelli. Per Laura Gorga e Francesco Moscariello è stato un interminabile procedimento segnato da un cambio di giudice, dalla rinnovazione del dibattimento, da ulteriori perizie che hanno modificato l’originaria contestazione: interruzione di gravidanza.

Ieri, per loro, secondo quanto riporta Il Mattino, la fine del lungo calvario con la condanna dei due ginecologi e dell’ostetrica. Si tratta dei medici Ridolgo Ragone (un anno e sei mesi per omicidio colposo e dieci mesi per falso in cartella) e Nalì Dante (un anno e otto mesi per il primo reato e dieci mesi per il secondo), quindi della ginecologa Rosaria Sorrentino, condannata ad un anno per il solo reato di omicidio colposo. L’avvocato Ceccarelli, soddisfatta per la lunga battaglia giudiziaria, si augura però che reati di questo genere non dovrebbero più verificarsi. Un riconoscimento di colpa che i giudici manifestano anche nella provvisionale da 170mila euro a genitore riconosciuta a carico dei tre imputati.