Campania, lite tra imprenditori, uno di loro spara: 2 feriti, arrestato 54enne

Campania, lite tra imprenditori, uno di loro spara: 2 feriti, arrestato 54enne

L’uomo è accusato di duplice tentato omicidio aggravato e porto illegale di arma comune da sparo


BENEVENTO – Nel corso di una lite tra due gruppi facenti capo a due ditte rivali, ieri a Montesarchio, ha esploso diversi colpi d’arma da fuoco ferendo due persone, una delle quali attualmente ricoverata in prognosi riservata. Per questo motivo un 54enne è stato arrestato dai Carabinieri di Montesarchio per i reati di duplice tentato omicidio aggravato e porto illegale di arma comune da sparo.

I militari sono intervenuti ieri pomeriggio nella frazione Cirignano di Montesarchio dove era stata segnalata una lite terminata poi con il ferimento di due persone da colpi d’arma da fuoco, di cui uno in codice rosso per le ferite riportate, e trasportate al pronto soccorso dell’ospedale «Rummo-San Pio» di Benevento. I Carabinieri hanno ricostruito che, verso le 15.45, era scaturito un diverbio tra due gruppi di persone appartenenti a due imprenditori locali entrambi impegnati nel commercio all’ingrosso di frutta e che un 54enne, nel corso della lite, aveva esploso diversi colpi da arma da fuoco con la propria pistola, legalmente detenuta, all’indirizzo dei rivali, ferendo l’altro imprenditore di 45 anni e un suo autotrasportatore, di 55 anni, originario della provincia di Napoli.

Il 55enne è stato sottoposto a intervento chirurgico e dichiarato in prognosi riservata, mentre il 45enne è stato dimesso con prognosi di 10 giorni. I motivi della lite sarebbero da ricondurre a dissidi di natura commerciale tra i due imprenditori. Nei giorni antecedenti erano già sorte delle animate discussioni fra autisti delle due ditte che hanno visto coinvolto anche il figlio del 54enne arrestato. I Carabinieri hanno ritrovato la pistola utilizzata, una Beretta calibro 9×21 completa di serbatoio vuoto con una cartuccia contenuta nella camera di scoppio. A seguito di un sopralluogo sono stati trovati 2 bossoli e 5 cartucce integre dello stesso calibro dell’arma, recuperati all’interno del cestino dei rifiuti posto nel bagno della ditta di ortofrutta. La pistola e le munizioni sono state sequestrate.

FONTE: ILMATTINO.IT