Caserta, fu data per morta dall’ospedale: Agnese, 52 anni, ora è morta davvero

Caserta, fu data per morta dall’ospedale: Agnese, 52 anni, ora è morta davvero

A dare l’annuncio della scomparsa sua sorella Ginetta: “Ti porterò sempre nel mio cuore vita mia”


CASERTANO – Aveva davvero dell’incredibile ciò che era successo qualche giorno fa nel casertano, a Casal di Principe. Tutto era cominciato nella serata di mercoledì 19 gennaio quando dalla struttura sanitaria calatina, impegnata nella lotta al virus, giunse ai familiari la telefonata che nessuno vorrebbe ricevere: Agnese Grimaldi, 52 anni, non ce l’aveva fatta. I parenti, straziati dalla notizia, avevano avvisato la ditta di onoranze funebri per l’organizzazione dei funerali (con la sola benedizione della salma viste le norme anti-contagio), mentre un gruppo si era recato dall’abitazione familiare di via Tintoretto, alle spalle dell’ex cinema, in ospedale per sincerarsi dell’accaduto.

La ditta aveva fatto ovviamente stampare i manifesti per affiggerli in città, ma una volta giunti al Covid Hospital di Maddaloni, dopo la telefonata che aveva gelato il sangue di tutti, era arrivata l’incredibile comunicazione della “resurrezione”. La signora Agnese non era morta, si era trattato di un errore. Adesso, però, l’incubo dei familiari è tornato ad essere realtà. Agnese, che già era in condizioni critiche essendo ricoverata in terapia intensiva, stavolta si è spenta per davvero. A dare l’annuncio della morte è stata sua sorella, Ginetta: “Ti porterò sempre nel mio cuore vita mia”, ha scritto sui social.