Contagi in crescita esponenziale tra i bambini: tutti occupati i posti letto negli ospedali di Napoli

Contagi in crescita esponenziale tra i bambini: tutti occupati i posti letto negli ospedali di Napoli

Santobono e Policlinico in affanno: “Situazione difficile, vaccinate i vostri piccoli”


NAPOLI – La situazione dell’incremento dei casi Covid preoccupa in Campania, tanto che da lunedì il ministro speranza ha di fatto dichiarato il passaggio in zona gialla della Regione governata da Vincenzo De Luca. Ma a risultare particolarmente critica è la situazione dei casi pediatrici. A quanto risulta sia il Santobono (che ha incrementato la settimana scorsa da 20 a 30 i posti letto dedicati) che il centro di riferimento regionale del Policlinico Federico II (che accoglie i pazienti più gravi per trasferimento da tutta la Campania e che ha già qualche barella oltre i 10 posti assegnati) sarebbero in affanno perchè tutti pieni.

Qualche giorno fa l’allerta da Santobono e Policlinico

Già qualche giorno fa aveva parlato della situazione difficile Vincenzo Tipo, primario del Pronto soccorso dell’ospedale pediatrico Santobono di Napoli: “Abbiamo raddoppiato i posti letto per i bimbi con il Covid, passando da 10 a 20. Il reparto è completamente pieno. Abbiamo una percentuale di accessi al pronto soccorso di bimbi malati di Covid di 50 al giorno. Sono numeri inimmaginabili fino a due settimane fa, che non avevamo mai avuto. Per la maggior parte si tratta di lattanti, al di sotto di un anno”.

Allo stesso modo anche il reparto di pediatria del Policlinico Federico II di Napoli aveva denunciato le medesime difficoltà: “Siamo pieni, come ormai ci accade da alcune settimane. Abbiamo otto posti letto sempre tutti occupati, facciamo un turn over di ricovero molto veloce, mandando a casa i bimbi che sono migliorati”, dice il pediatra Alfredo Guarino Anche al Gaslini di Genova la definiscono un’escalation. “Ci sono 19 ricoverati, il virus non risparmia neanche i neonati, i posti letto sono tutti occupati e dobbiamo aumentare il numero. Abbiamo un adolescente in rianimazione, vaccinato con ciclo completo ma affetto da una importante obesità”, aveva detto il direttore del reparto di Malattie infettive Elio Castagnola.