Covid, doppio focolaio in due Rsa in Campania

Covid, doppio focolaio in due Rsa in Campania

Preoccupano i due focolai scoperti nelle residenze per anziani: 17 i casi accertati finora in quella di Ariano Irpino, mentre sono 6 i positivi in quella di Grottaminarda.


AVELLINO – L’Irpinia sembra essere una delle province campane più colpite da questa nuova ondata di Covid-19 dettata dalla diffusione della variante Omicron. Proprio nella provincia di Avellino preoccupano due focolai riscontrati di due Rsa, due residenze per anziani che si trovano rispettivamente ad Ariano Irpino e a Grottaminarda. Nel primo caso, sono 17 i positivi al Coronavirus che si sono registrati all’interno del Centro Minerva di Ariano Irpino, che già in precedenza aveva fatto registrare boom di contagi: nell’aprile del 2020, con 23 positivi e purtroppo 4 decessi, e nel novembre dello stesso anno, con 10 pazienti risultati positivi.

Il secondo focolaio riguarda invece il Centro Padre Pio a Grottaminarda, dove 6 persone sono risultate positive: si tratta di cnque pazienti e un operatore. La Rsa è molto grande e ospita circa 80 persone che, come da protocollo, sono state poste in isolamento per evitare la diffusione ulteriore dei contagi.

LA SITUAZIONE COVID AD AVELLINO

L’Irpinia, nelle ultime ore, piange anche la scomparsa del dottor Ettore Volpe, storico primario e fondatore del reparto di ematologia all’ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino, stroncato proprio dal Covid-19 in quello che per anni è stato il suo ospedale: il medico, una vita passata a combattere la leucemia, è morto a 85 anni. Intanto, gli ultimi dati aggiornati sull’andamento della pandemia di Covid-19 in Irpinia parlando di 684 casi. La città più colpita è stata Avellino, con 91 casi, seguita proprio da Ariano Irpino che, a causa proprio del focolaio all’interno della Rsa, ha fatto registrare 37 nuovi casi.