Covid nel mondo, Israele dà il via alla quarta dose di vaccino: il booster ad almeno 5 mesi dalla terza

Covid nel mondo, Israele dà il via alla quarta dose di vaccino: il booster ad almeno 5 mesi dalla terza

La nuova somministrazione riguarderà tutti i cittadini di età compresa tra i 18 e i 60 anni


ISRAELE – Quarta dose di vaccino covid per tutti i cittadini di età compresa tra i 18 e i 60 anni. E’ la raccomandazione, in Israele, annunciata dall’organismo che coordina la gestione della pandemia e dalla commissione per i vaccini. L’indicazione relativa al nuovo booster riguarda le persone guarite, come si legge sul Jerusalem Post, o che abbiano ricevuto la terza dose da almeno 5 mesi.

La decisione del governo

Il via libera è arrivato dopo l’analisi dei dati relativi all’effetto della quarta dose: la protezione contro la malattia grave aumenta di 3-5 volte e la protezione dall’infezione raddoppia rispetto allo scudo prodotto da 3 dosi. I dati inizialmente diffuso dal ministero della Salute nella giornata di domenica hanno evidenziato che la quarta dose offre una protezione particolarmente valida agli over 60, i soggetti più a rischio dal punto di vista anagrafico. Il quadro è stato delineato osservando gli effetti su 400mila persone che hanno ricevuto la quarta dose e 600mila che hanno ricevuto la terza almeno 4 mesi fa. La raccomandazione odierna deve ottenere l’approvazione della direzione generale del ministero della Salute.

A dicembre, Israele aveva già varato la quarta dose per gli over 60, personale medico e soggetti fragili. Per queste categorie, nuovo booster disponibile ad almeno 4 mesi dalla precedente somministrazione.