Elezione del Presidente della Repubblica, oggi alle 15:45 la prima votazione

Elezione del Presidente della Repubblica, oggi alle 15:45 la prima votazione

Non c’è ancora un nome condiviso. Si va verso la “scheda bianca” mentre si cerca dil profilo giusto


Prima giornata di voto per l’elezione del successore di Sergio Mattarella al Colle. Le urne apriranno alle 15.45. Non c’è un nome condiviso tra le forze politiche di maggioranza e quindi la data dell’elezione del nuovo Presidente della Repubblica non sarà oggi.

In queste ore si stanno tenendo le assemblee dei partiti (Italia Viva alle 9, Fratelli d’Italia ore 10:30, Azione e + Europa alle 11 , Udc alle 11, Forza Italia + Udc ore 13:15m Coraggio Italia ore 14).  Non c’è un nome condiviso tra le forze politiche di maggioranza: l’orientamento delle ultime ore è per la “scheda bianca” alla prima votazione. In mattinata anche l’incontro tra Salvini e Letta. Il segretario Pd rilancia l’ipotesi del Mattarella-bis: ne parlerà al leader della Lega. Dopo il ritiro di Berlusconi, il centrodestra annuncia una rosa di nomi di alto livello.

Andrea Riccardi nome sostenuto da PD e gradito ai 5 stelle

Al centrosinistra piace Andrea Riccardi. Il nome del fondatore di Sant’Egidio ed ex ministro del Governo Monti sarebbe emerso in ambienti del M5S ed è stato confermato da fonti del Nazareno come possibile scelta condivisa dopo l’incontro Pd-M5s-Leu di domenica mattina. Per il segretario dei dem Enrico Letta sarebbe “il profilo ideale” per il Colle. Positivo anche il giudizio di Giuseppe Conte anche se, specifica, non si è ancora parlato di nomi. Secondo Conte, il prossimo Capo dello Stato dovrà essere “un candidato di alto profilo, che goda di una larga condivisione a maggioranza, che possa rappresentare tutti gli italiani e l’unità nazionale e non sia espressione di una specifica coloritura politica”. E Riccardi, continua, “è un nome che risponde sicuramente a quelle caratteristiche che sto descrivendo, però non abbiamo parlato di candidati”.

Quirinale: accesso a seggio speciale Camera solo con certificato medico

Per accedere al seggio speciale allestito in via della Missione servirà trasmettere alla Camera il certificato medico che attesta la quarantena o l’isolamento causa positività al Covid. Lo hanno stabilito l’ufficio di Presidenza della Camera e il Consiglio di presidenza Senato che si sono riuniti congiuntamente questa mattina a Montecitorio, per gli ultimi adempimenti prima delle votazioni per l’elezione del presidente della Repubblica, il cui inizio è previsto per le ore 15.