Emanuelle Alessandro muore di Covid a soli 17 anni: non si era potuto vaccinare

Emanuelle Alessandro muore di Covid a soli 17 anni: non si era potuto vaccinare

Era un promettente nuotatore, da alcuni giorni ricoverato in terapia intensiva all’ospedale


ANCONA – Alessandro Emanuelle Pandele non ce l’ha fatta: è morto di Covid a 17 anni negli Ospedali Riuniti di Ancona, dove era ricoverato da qualche giorno. Il giovane nuotatore di Montecassiano (Macerata) si era contagiato durante le vacanze di Natale, e non si era potuto vaccinare. Il ragazzo, da quanto si apprende, era già affetto da un’altra grave patologia.

Il ricovero all’ospedale
Emanuele Alessandro Pandele nei giorni scorsi era stato ricoverato prima all’ospedale di Macerata, poi trasferito d’urgenza ad Ancona in terapia intensiva, dove è morto nella serata di lunedì 10 gennaio. Nella sua pagina Facebook listata a lutto, la Fin (Federazione Italia Nuoto) annuncia che è venuto a mancare Emanuele Alessandro Pandele, diciassettenne, fino allo scorso anno tesserato per il Centro Nuoto Macerata, che da alcuni giorni era ricoverato in terapia intensiva all’ospedale di Torrette di Ancona.

Lo stop alle gare

Emanuelle Alessandro Pandele aveva interrotto gli allenamenti durante la scorsa stagione. Il Comitato regionale Marche si stringe intorno alla famiglia del ragazzo in questo difficile momento, partecipando al dolore di quanti lo conoscevano meglio o lo avevano semplicemente incontrato, in vasca per gli allenamenti o in occasione delle gare.

FONTE: ILMESSAGGERO.IT