Giugliano, apre oggi il nuovo centro Drive Through: potrà eseguire oltre duemila tamponi al giorno

Giugliano, apre oggi il nuovo centro Drive Through: potrà eseguire oltre duemila tamponi al giorno

Il casello è organizzato su quattro corsie. Pirozzi: “Importante lavoro sinergico tra amministrazione e ASL per ridurre i disagi in zona ospedale”


GIUGLIANO IN CAMPANIA – Apre alle ore 12:00 odierne a Giugliano il nuovo casello Drive Through dell’ASL Napoli 2 Nord per i test COVID-19. La struttura, che va a sostituire quella operativa presso l’ospedale cittadino San Giuliano già chiusa nella giornata di ieri, è allestita su quattro postazioni in via Campopannone, nei pressi del nuovo Palazzetto dello Sport e si stima potrà servire oltre duemila cittadini al giorno.

Il casello è predisposto su quattro corsie sia in ingresso che in uscita al fine di ottimizzare la gestione del traffico veicolare limitando così al minimo i disagi alla circolazione. L’attivazione di una consistente illuminazione elettrica ne permetterà la fruizione fino agli orari serali, in modo da poter incrementare il numero dei potenziali utenti.

Durante il fine settimana l’ASL ha provveduto ad avvisare via SMS i cittadini che dovranno recarsi al casello tamponi che, si ricorda, non sarà accessibile senza regolare convocazione da parte dell’azienda sanitaria.

Le condizioni in cui versava l’area scelta non erano ottimali, completamente abbandonata negli anni precedenti era stata oggetto di numerose azioni predatorie in cui erano stati rubati tutti i cavi di rame che avevano così messo fuori uso i pali dell’illuminazione. L’installazione del casello per i tamponi è stata quindi anche l’occasione per riqualificare la zona.

L’ente comunale si è occupata dei nuovi allacci per l’energia elettrica, della segnaletica orizzontale e della predisposizione del servizio di guardiania all’ingresso. La collocazione del casello nei pressi dell’Asse Mediano lo renderà più raggiungibile per gli abitanti delle altre città che fanno parte dell’ASL NA2 Nord, in tal senso gli agenti della Polizia Municipale hanno installato la segnaletica verticale al fine di semplificare l’arrivo al Drive Through.

Soddisfazione espressa dal sindaco di Giugliano Nicola Pirozzi: “L’apertura del nuovo casello è frutto di un importante lavoro sinergico con l’ASL, che ha accolto le nostre istanze per spostare il Drive Through. Il traffico dei giorni scorsi in zona ospedale ha arrecato numerosi disagi alla città, ci siamo attivati per risolvere la problematica il prima possibile. Ringrazio a tal proposito l’ingegnere Moccia, dirigente dell’Ufficio Tecnico dell’ASL Napoli 2 Nord che ci ha dato una grossa mano, e gli assessori Francesco Mallardo e Pietro Di Girolamo, nostro vicesindaco,
che hanno seguito in prima persona i lavori”.

Le parole dell’assessore Francesco Mallardo

“Investito dal Sindaco Pirozzi per risolvere tale incombenza, ci ho lavorato in prima persona, superando una serie di avversità non da poco. Non è stato facile. Innanzitutto l’individuazione dell’area, l’unica possibile perché estesa e ben collegata, vista la vicinanza con l’asse mediano e la Circumvallazione esterna, che non crea problemi di traffico perché garantisce la possibilità di ospitare contemporaneamente alcune centinaia di vetture ed ha la possibilità di accesso ed uscita separate.

Poi in pochissimi giorni i lavori di ripristino dell’asfalto, il taglio di una aiuola spartitraffico per consentire che anche in curva si mantenessero le 4 corsie, così come sui due rettilinei in ingresso ed in uscita.

Ancora la risoluzione del problema più grosso: c’erano i lampioni della pubblica illuminazione, ma da alcuni anni erano stati rubati tutti i cavi dell’impianto di alimentazione, che in tre soli giorni è stato ripristinato. Poi la segnaletica orizzontale e verticale, organizzata a tempo record dal Comando di Polizia Municipale, che ringrazio ed in ultimo l’infinità querelle con l’Enel per avere la cabina di alimentazione in pochi giorni, stante la pubblica esigenza di carattere sanitario, anziché nei canonici 3-4 mesi inizialmente previsti.

Abbiamo ed ho lavorato con il massimo impegno per riuscire a dare alla collettività un ulteriore presidio utile a proseguire la lotta contro questa pandemia che marcia inesorabile ogni giorno di più. In meno tempo non ci si poteva riuscire. Per chi non è pratico di pubblica amministrazione è complicato comprendere le difficoltà che comportano le tempistiche, le complicazioni e la burocrazia nelle procedure da rispettare quando si gestiscono fondi e beni pubblici. Si è portati a ragionare come si gestisce casa propria. Ma non è così. Alla luce di ciò, sono soddisfatto del lavoro svolto, dei tempi rapidi (meno di 20 giorni) e del risultato ottenuto.

LE FOTO: