Giugliano, beni confiscati alla camorra restituiti alla città: come partecipare

Giugliano, beni confiscati alla camorra restituiti alla città: come partecipare

Gli immobili verranno affidati gratuitamente in base ad una graduatoria


GIUGLIANO – Affidamento in concessione a titolo gratuito dei beni confiscati alla criminalità organizzata per la realizzazione di progetti con finalità sociali, l’amministrazione comunale di Giugliano guidata dal sindaco Nicola Pirozzi lancia il bando per quattro immobili siti in via Ripuaria – una villa divisa per due destinazioni diverse – in via Innamorati e in via per Barracano.

Nella determina, pubblicata il 3 gennaio, si specifica che i beni verranno affidati per 9 anni attraverso una graduatoria che terrà conto di merito tecnico della proposta – fino ad 80 punti – e della sostenibilità economico finanziaria dei progetti – fino a 20 punti – come riportato nella documentazione presente sull’albo pretorio al seguente link.

Un nuovo passo avanti, per l’amministrazione Pirozzi, secondo i programmi dichiarati in campagna elettorale che vedono la lotta alla criminalità uno degli elementi fondanti della proposta alla città, come già ribadito in occasione della creazione dell’osservatorio civico per i beni confiscati nello scorso ottobre e con la firma dei PICS che prevedono fondi anche per la ristrutturazione della villa sequestrata al boss Zagaria, che sarà poi anch’essa restituita alla collettività tramite affido per progetti sociali. In tal senso, anche la delega ai beni confiscati affidata al consigliere comunale Francesco Cacciapuoti.