GreenPass illimitato con terza dose, Bassetti: “Atto di buonsenso, forse in primavera non servirà più”

GreenPass illimitato con terza dose, Bassetti: “Atto di buonsenso, forse in primavera non servirà più”

“Da marzo, mi auguro, saremo arrivati a una copertura vaccinale tale che non ce ne sarà più bisogno”


ITALIA – Super Green pass, governo pronto ad allungarne la durata per chi ha completato il ciclo vaccinale con la terza dose (o booster). Ma per decidere sui tempi, 9 mesi, 1 anno o anche oltre, è necessaria una valutazione scientifica. Nel frattempo i virologi e gli esperti italiani, si dicono d’accordo con questa possibilità.

La possibilità che si arrivi a una proroga “illimitata del Green pass” per chi è vaccinato contro il covid con tre dosi “è una prova di buon senso soprattutto nel momento in cui non sappiamo se e come si farà la quarta dose. Mi auguro che con la primavera non ci sia più necessità del Green pass perché saremo arrivati a una copertura vaccinale tale che non ce ne sarà più bisogno”. Così all’Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive all’ospedale San Martino di Genova, commentando la possibilità che il Governo intervenga sulla durata del certificato verde prorogando oltre i sei mesi della validità per chi ha ricevuto il booster.

Il pensiero di Massimo Galli

“E’ sensato pensare di prorogare o eliminare la scadenza del Green pass. Inutile stressare le persone che si sono già vaccinate 3 volte con una scadenza. Ragioneremo, poi, sull’opportunità di una quarta dose in base ai dati e a quello che combinerà il virus”, afferma dal canto suo, Massimo Galli, già direttore di Malattie infettive all’ospedale Sacco di Milano. “Se non si deciderà sulla quarta dose – ribadisce Galli all’Adnkronos Salute – è inutile fare pressioni. Del resto la scadenza non la fisserà il Governo, la fisserà il virus. Sarà in base delle caratteristiche dell’epidemia che nel futuro prossimo si definirà se toccherà fare un’altra vaccinazione o una vaccinazione diversa”.